LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

(Milano) Non parte il Museo del Novecento. La gelateria Viel ferma la ristrutturazione dell'Arengario
Oriana Liso
La Repubblica - cronaca Milano



I lavori dovevano iniziare gi lo scorso anno ma i negozianti si oppongono allo sfratto. Il Comune: colpa della burocrazia non efficace

UNO dei grandi progetti della Milano che verr, celebrato e atteso per colmare un vuoto nel panorama culturale milanese. Un progetto di ristrutturazione da 25 milioni di euro, firmato da un architetto di fama internazionale, per ospitare una collezione invidiabile. Un progetto che per ora annega, il caso di dirlo, in un bicchiere di frullato.
La storia quella del palazzo dell'Arengario e di uno sparuto gruppo di negozianti che non hanno nessuna intenzione di sloggiare, neanche per fare posto al futuro Museo del Novecento. I lavori, in programma gi un anno fa, non sono mai partiti: i commercianti mostrano regolari contratti d'affitto, il Comune risponde che devono andare via, anche con le cattive maniere. Eppure sembra dipendere proprio da una scarsa collaborazione tra uffici comunali il ritardo della nascita del museo.
L'idea era stata accarezzata dal Comune per anni. Milano, una delle capitali dell'arte del 900, dal Futurismo a Lucio Fontana, possiede una ricca collezione d'arte moderna ma non uno spazio dove ospitarla. Una sede adatta, in effetti, c'era. L'Arengario, sottoutilizzato, con un restyling sarebbe stato perfetto. Il progetto prese forma alla fine degli anni Novanta. Prima un bando di gara internazionale, poi l'assegnazione dell'appalto all'architetto Italo Rota, nel 2001. A settembre 2003 venne approvato il progetto esecutivo: inizio lavori nella primavera del 2004, fine per il 2007. Ma poi, arrivato l'ostacolo. Il piano terra dell'Arengario da sempre, o quasi, occupato da negozi e attivit. Un gelataio -lo storico Viel-, un gioielliere, un piccolo atelier d'arte. E poi gli uffici di Milanosport e dell'Atp, in attesa di trovare sedi altrettanto centrali. L'assessorato alla Cultura aveva chiesto al Demanio di non rinnovare i contratti, per liberarsi degli scomodi inquilini. Ma con un ricorso il proprietario di Viel ha ottenuto una proroga fino a marzo scorso. Ora il Comune starebbe pensando a un contro ricorso o, pi probabilmente, ad un esproprio "locativo", perch il museo opera di pubblica utilit. Intanto i lavori sono fermi, n si pu fare il bando di gara per gli appalti dei lavori, il cui inizio rinviato a settembre. Se questa data dovesse essere quella giusta, il Comune spera di recuperare tempo in corso d'opera, per consegnare il museo fra due anni. Non uno scandalo, ma l'anomalia di una burocrazia non efficace, la constatazione dell'architetto Rota. Che aggiunge: Per un paese normale l'Arengario sarebbe un orgoglio, per noi diventa un problema di uffici, che supera la volont di qualsiasi amministrazione.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news