LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - La vicenda della scogliera
Luigi De Falco
LA REPUBBLICA 19 aprile 2014


Napoli CHIAMATO in causa da alcuni interventi su queste pagine, mi corro l'obbligo di informare quanti conoscono solo sommariamente i particolari della vicenda della scogliera di via Caracciolo.

America's cup a Napoli e via Caracciolo scenario dell'evento: andava colto l'obiettivo del prg e del vincolo di recuperare il muro in piperno di sostegno della via e ridisegnare le scogliere.

Prima che il Mibac ne approvasse il prolungamento, sottoposi alla giunta gli indirizzi per riqualificare il tratto Rotonda Diaz-via Caracciolo contestualmente al ripristino dei luoghi. La delibera 51/2012 stabiliva il percorso: «rendere stabili le opere a mare adottando accorgimenti [la trasformazione in scogliera sommersa] che rendano definitive parte delle opere occasionali [quelle sott'acqua] accelerando il processo di riqualificazione liberando il muro storico offuscato negli anni Ottanta dagli scogli ». Il contrasto col Prg? «Il Prg subordina a un piano attuativo ogni intervento sulla linea costiera, consentendo nelle more e per non oltre tre anni (fino al 2007), "la realizzazione di scogliere, esclusivamente sommerse o affioranti, soggetta a studi meteo marini. Per quelle esistenti, la trasformazione con le modalità di cui alla presente lettera"». La delibera avvia il procedimento di variante anticipando l'intervento prescritto dal prg su tutto il litorale, prevedendo «che, realizzate le opere temporanee, possano programmarsi le trasformazioni ex art. 44, ovvero scogliere, esclusivamente sommerse o affioranti, ottimizzando la spesa per l'opera temporanea senza inficiare le procedure della Conferenza dei servizi, trasferendone gli effetti nella proposta variante».

Cos'è accaduto? Gli studi meteomarini del Provveditorato hanno avuto tempi inattesi e la procedura varata è stata dimenticata dall'attuale amministrazione assieme all'attività urbanistica dei primi 23 mesi. Dimenticata la proposta di variante al prg per housing sociale (delibera 29/6/2012 n.525, ferma in Consiglio da luglio 2012) anche con norme più snelle per frazionare immobili in centro storico; dimenticate le intese con Asl, Inail, ispettorato del lavoro, cassa edile, sindacati (delibera 28/4/2013 n.200) per fronteggiare abusivismo edilizio, evasione fiscale e lavoro nero nei cantieri edili; ignorata la proposta di riconoscimento dell'interesse paesaggistico del centro storico Unesco, affossata dalla burocrazia ministeriale; dimenticati il "piano delle 100 demolizioni" annue, dopo che avevamo dato segnali chiari demolendo lo "scheletro dell'Arenella" o acquisendo l'hotel Tiberio (delibera 22/12/2011 n.1262), il Piano del colore per centro storico e aree tutelate (delibera approntata il giorno del mio forzato abbandono), il Piano per la valutazione paesaggistica dei grandi abusi oggetto di condono, in Commissione edilizia da maggio 2013, forse ritenuto non più prioritario; ignorata la catalogazione delle istanze di condono fatta dagli uffici urbanistica e condono (in raro momento di sinergia) che individua gli abusi insanabili consentendone la demolizione e accelerare l'esame di quelli sanabili; dimenticata la dichiarazione di ripulsa d'ogni forma di abusivismo e la riaffermazione del primato della pianificazione urbanistica (delibera 29/9/2011 n.959), viceversa rinunciando a trasferire Città della scienza fuori dalla spiaggia e subendo l'intesa (bloccata da Italia Nostra) coperta da una coltre di vergognoso silenzio. Sulla scogliera i soldi c'erano ma anche qui svanita la volontà. L'esposto di Italia Nostra non è tardivo perché rileva che la diffida che la Soprintendenza ha inviato al sindaco (riconoscendo in esso il "mandante") avrebbe dovuto essere inviata più correttamente al proprietario (Demanio marittimo) e al costruttore (Provveditorato alle opere pubbliche). L'aplomb istituzionale (un ministero contro l'altro?) chiedeva una comoda soluzione politica al problema (tanto sul sindaco sparano tutti…)?. Anche lo scheletro dell'Arenella era lì da quarant'anni e ancora in ultimo un difetto di notifica ne aveva tardata la demolizione.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news