LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mecenate fa bella Villa Medici
Natalia Poggi
Il Tempo, Roma, 19/4/2005

Quando il mecenatismo si sposa con la grande industria (o la grande distribuzione) c'è pure un grande ritorno d'immagine per l'azienda in questione. Oltre ai vantaggi e benefici che, nel caso del mecenatismo culturale, si condividono, naturalmente, con il pubblico fruitore. Questo succede soprattutto in Francia dove una serie di leggi «ad hoc» relative al mecenatismo d'impresa hanno favorito l'acquisizione da parte delle aziende, che hanno beneficiato di forti agevolazioni, di tesori nazionali e d'interesse patrimoniale. In questi giorni all'Accademia di Francia di Roma - Villa Medici possiamo ammirare una mostra di disegni rinascimentali e barocchi italiani di pregevole fattura e di notevole importanza storica.
Le opere sono state scelte tra 130 disegni acquisiti l'anno scorso dal governo francese per il Museo del Louvre e per altri cinque importanti musei francesi. La mostra è stata possibile grazie al mecenatismo del Gruppo Carrefour (colosso della distribuzione) che, appunto, ha usufruito di due nuove normative: la legge 4 gennaio 2002, relativa ai musei di Francia, e della legge 1° agosto 2003, in materia di mecenatismo, associazioni e fondazioni che favoriscono la salvaguardia dei tesori nazionali. Ma in che cosa consiste quest'operazione? Le opere, della cui vendita si sarebbe dovuta interessare Sotheby's, appartenevano a un collezionista che le aveva «amorevolmente» raccolte nell'arco di un trentennio. Nel «gabinetto dei disegni» illustri maestri come Correggio, Lotto, Fra Bartolomeo, Parmigianino, Veronese, Tintoretto, Giulio Romano, Polidoro di Cara-vaggio, Perin Del Vaga ecc. Il Gruppo Carrefour, usufruendo dei vantaggi fiscali previsti dalla legge, li ha acquistati per conto degli importanti istituti museali francesi. E di fatto sono diventati proprietà dello Stato. La legge (4 gennaio 2002) che ha creato la nuova etichetta «Museo di Francia» (inteso come organismo culturale «attivo» e non semplice contenitore di opere d'arte) e che ha introdotto nuove misure fiscali per le operazioni di «mecenatismo culturale» sta raccogliendo i primi frutti.
Il meccanismo prevede che le imprese soggette all' imposta sulle società possano beneficiare di una riduzione fiscale pari al 90% dei versamenti effettuati a favore dell'acquisto di Beni culturali per i musei di Francia.



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news