LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Territorio: consultazioni su Piano paesaggistico
Ambiente e Territorio - 10/04/2014 18:12




In commissione Ambiente ascoltati i rappresentanti di Enti locali, associazioni sindacali, imprenditoriali, ambientali e ordini professionali. Apprezzamento generale per l’impostazione del documento che riforma l’idea di tutela della Toscana

Firenze – Un provvedimento importante, che potrà riformare l’idea di tutela del territorio toscano e rappresentare la svolta culturale ed economica se applicato integralmente. Questo il giudizio generale emerso a seguito delle consultazioni, avviate in commissione Ambiente presieduta da Gianfranco Venturi, sull’adozione dell’integrazione al Pit (Piano di indirizzo territoriale) con valenza di Piano paesaggistico.

Dopo gli approfondimenti dei livelli che compongono il Piano (regionale e d’ambito) svolti nelle settimane passate, si è passati alla fase dell’ascolto di tutti i soggetti interessati le cui proposte, valutazioni e osservazioni saranno prese in esame dalla stessa commissione.

Il generale apprezzamento alla piattaforma per l’innovazione, la qualità e la conservazione del panorama Toscana è emerso chiaramente da tutti gli interventi che si sono susseguiti nel corso della lunga seduta di oggi, giovedì 10 aprile, cui ha partecipato anche l’assessore all’Urbanistica Anna Marson. In particolare per Anci (Associazione nazionale comuni italiani), Uncem (Unione nazionale comuni comunità enti montani) il Piano introduce l’idea della qualità del paesaggio. Da qui la necessità di mantenere il ruolo attivo delle comunità, andare avanti con un progetto condiviso per continuare sul livello, parallelo, di conservazione e tutela, innovazione e sviluppo.

Per il presidente del Parco Alpi Apuane Alberto Putamorsi, è fondamentale trovare il giusto equilibrio. Il Piano prevede infatti la dismissione di circa l’80 per cento delle cave con la conseguente perdita di 1500 posti di lavoro. Esponenti dell’Ente Parco Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli hanno invece segnalato la difficoltà a comprendere le ragioni tecniche e strategiche della sovraordinazione del Piano paesaggistico su quello del Parco.

Dalle diverse associazioni ambientaliste e sportive intervenute (Legambiente, Amici della Terra, Italia Nostra, Salviamo le Apuane, Amici Alpi Apuane e Club alpino italiano), è arrivata la condivisione all’impianto del Piano che si augurano venga applicato nella sua interezza. Il riferimento era alla questione dell’attività estrattiva, e quindi al nodo cave, su cui in molti hanno avanzato criticità anche in merito alla necessità di una regolamentazione più chiara ed efficace.

Il nodo cave, in particolare nella zona apuana e in maniera evidentemente opposta, è stato al centro degli interventi di associazioni economiche come Ance (Associazione nazionale costruttori edili), Cna Toscana (Confederazione nazionale artigianato) e Confindustria toscana. In particolare quest’ultima ha avanzato formale richiesta per un’audizione specifica sull’impatto che il Piano potrebbe avere e per un approfondimento di carattere statistico ed economico da parte di Irpet (Istituto regionale programmazione economica). Da parte di Cgil Toscana, e sempre in tema di cave, è arrivato l’auspicio che il Piano si proietti nel segno di una valorizzazione del territorio e di tutta la filiera del settore marmo, per coniugare tutela e occupazione.

Il nodo del commercio è stato invece affrontato da Confcommercio e Confesercenti Toscana. A detta dei rappresentanti, infatti, non sembra ci sia stato un approfondito dialogo con il settore urbanistico, tanto che la materia appare in qualche modo non organicamente compresa nel Piano.
Alla seduta hanno partecipato anche rappresentanti dell’Ordine degli architetti della Toscana, Coldiretti, Federazione agronomi e forestali.
Federica Cioni

http://www.parlamento.toscana.it/node/16910


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news