LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. No al rinnovo del contratto. Caroli lascia Palazzo Reale
Ferdinando Maffioli
il Giornale, Milano, 19/4/2005

Dopo oltre sette anni e una cinquantina di mostre organizzate il professor Flavio Caroli non è più consulente scientifico per l'attività espositiva di Palazzo Reale. Nei giorni scorsi Alessandra Mottola Molfino, direttore centrale Cultura del Comune, ha inviato una lettera in tal senso all'assessore Zecchi. «In seguito all'entrata in vigore della Finanziaria 2005 - È la sintesi del testo - incarichi di consulenza esterna all'amministrazione devono essere adeguatamente motivati con specifico riferimento all'assenza di strutture organizzative o professionalità interne in grado di assicurare i medesimi servizi. In considerazione delle alte e specifiche professionalità esistenti nella Direzione Centrale Cultura tale incarico non può più essere trasferito ad un professionista esterno».
Professor Caroli, un fulmine a ciel sereno?
«Abbastanza. Avevo già firmalo il rinnovo del contratto ed ero d'accordo con l'assessore Zecchi in vista della ratifica». Quanti anni come consulente esterno?
«Sette anni e mezzo. Con una cinquantina di mostre, compreso Arengario e Rotonda della Besana. E con quasi un milione di visitatori l'anno. L'elenco è lungo, da "L’anima e il volto" al "Cinquecento lombardo", da "Okusai", a "Picasso", "Modigliani", a "Il gran teatro del mondo". Non dimentichiamo che quest'ultima ha presentato la novità di affiancare, alla parte espositiva, eventi teatrali come parte integrante della mostra, il che poi è stato copiato da tutti». Amareggiato?
«Mi dispiace non poter portare a termine il mio programma che, partendo da Leonardo doveva chiudersi con una grande mostra su Matisse».
Il suo allontanamento è legato alle dimissioni dell'ex-assessore Carrubba?
«Non commento. Ma ringrazio tutti coloro che hanno voluto e difeso il mio programma, in particolare il sindaco Albertini e gli assessori alla Cultura, Carrubba e Zecchi».
Lei, per Palazzo Reale, ha sempre detto di puntare sulla qualità.
«E il pubblico ha risposto. Anche se forse questa strategia alla fine non è stata del tutto capita. Perché Milano non sa comunicare i suoi successi».
Solo una questione di comunicazione?
«No. Per Palazzo Reale servirebbero investimenti consistenti dell'ente pubblico in modo che questo, anche in presenza della collaborazione dei privati, possa mantenere, come avviene per esempio per il Louvre, il controllo scientifico delle manifestazioni».
Sulla vicenda è intervenuto ovviamente anche l'assessore Zecchi. Assessore, alla base del caso Caroli ci sono solo ragioni economiche?
«Certo. La Finanziaria prevede consulenze esterne solo in casi particolarissimi. Anche Carrubba non avrebbe potuto riconfermarlo».
Ma era un impegno così oneroso per il Comune?
«Era una cifra più alta del compenso di un assessore».
Caroli dice che Milano non sa comunicare i suoi successi,
«Ha ragione. Tanto Roma è abile nel valorizzarli, tanto Milano lo è nel nasconderli».
Alla direttrice Mottola Molfino abbiamo infine chiesto se dietro il mancato rinnovo del contratto non ci sia una valutazione tecnica sul lavoro svolto.
«Assolutamente no, per carità. Il professor Caroli in questi anni ha ottenuto magnifici risultati. Anche, devo ripeterlo, per merito della nostra struttura interna, che ha lavorato egregiamente. E che continuerà a farlo».
E ora?
«Abbiamo proposto a Caroli di fare il curatore di alcune mostre. E saremmo ben felici se accettasse».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news