LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Noto, gioielli barocchi a rischio si scaverà per cercare il petrolio
Enrico Bellavia
VENERDÌ 15 APRILE 2005 CRONACA LA REPUBBLICA



PALERMO — Cercheranno il petrolio in mezzo alle rovine ellenistiche.
Lo cercheranno tra le chiese e i palazzi: i gioielli del barocco offuscati dai fumi dei pozzi texani, il Val di Noto, dichiarato
patrimonio dell umanità, sfregiato dalle trivelle. Quindici comuni a cavallo delle province di Siracusa, Ragusa e Catania vivono in un incubo che per molti è possibile.
Affollato di pionieri che ritagliano sulle carte dei siti archeologici e delle oasi naturali un nuovo eldorado. I primi fantasmi hanno le sembianze di una concessione, rilasciata «a norma di legge» nel marzo del 2004 a una società capace di spremere gas e petrolio lì dove altri hanno già tirato via l'impossibile. Per sei anni, a partire da giugno, gli americani della Panther potranno provare a vedere se c'è ancora qualche giacimento inesplorato nelle macroaree già battute.
A Regione e Comuni toccherà, al più, un sette per cento degli introiti derivanti dagli idrocarburi estratti.
I tecnici Usa potranno così esplorare palmo a palmo un'area di 746 chilometri quadrati che ricalca il corso del Tellaro, il fiume che taglia i centri pronti a scommettere il loro futuro sui beni culturali e ambientali e su produzioni di qualità come il Nero d'Avola o il pomodorino di Pachino. Abbastanza per dividere le comunità in modernisti e atterriti. Abbastanza per costituire un cartello di associazioni che chiede a gran voce il ritiro delle concessioni. La Panther giura di volere portare via dal sottosuolo solo gas, vanta credenziali di rispetto e carte a posto: «Con i vincoli e le autorizzazioni—assicurano dalla società—nessuna opera potrà mai danneggiare l'ambiente».

Il governo regionale prova a mettere una pezza.
Mentre a livello nazionale si grida già allo scandalo. «È una scelta irresponsabile — tuona il presidente nazionale di Legambiente, Roberto Della Seta —E una prospettiva miope e perdente». «Uno scempio inaccettabile», gli fa eco Fulco Pratesi, presidente nazionale del Wwf: «Bisogna tornare indietro o i guasti saranno irreparabili».

E Giulia Mozzoni Crespi, presidente del Fai, aggiunge: «Non posso credere che in un'isola dedita al turismo si possa rischiare di compromettere uno dei paesaggi più incantevoli per ricerche petrolifere. Nella vita bisogna saper scegliere: ricordo come è stata distrutta la meravigliosa piana di Gioia
Tauro dove sembrava dovesse sorgere un complesso industriale vitale per il Sud. Sappiamo come è finita. Non vorrei che accadesse lo stesso per il Val di Noto». Dentro e fuori il Parlamento regionale il no alle concessioni è un fronte trasversale. Tra i primi a insorgere, insieme con il consigliere provinciale ds di Siracusa Giuseppina Ignaccolo, è stato il sindaco di Modica, Piero Torchi esponente dell'Udc. Stesso partito dell'ex assessore regionale all’industria Marina Noè che aveva dato il via libera alla Panther. Insorge anche l'assessore regionale al Turismo Fabio Granata, di An, già ai Beni culturali che ha depositato in giunta un atto formale di revoca. Si oppongono il presidente ds della Provincia di Siracusa e il responsabile dei Verdi Paolo Pantano. Antonio D'Aquino, neo assessore all'industria, prende tempo: «Formalmente è tutto a posto, ora dovremo studiare come uscirne».



news

23-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news