LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le novit dal Museo Pepoli - Ricco di reperti archeologici non esposti, si allargher con la realizzazione di una sezione
Antonino Filippi
La Sicilia.it


Il Museo Regionale Pepoli rappresenta il maggiore, se non l'unico, contenitore di opere d'arte della citt ma da diversi anni la sezione archeologica, assai rilevante poich raccoglie testimonianze antiche, dalla preistoria al Medioevo, di tutta la provincia di Trapani, non pi fruibile al pubblico. Ne abbiamo parlato con il direttore del museo, la dott.ssa Maria Luisa Fam: Fin dall'atto della riedizione del museo nel 1965, eseguita dall'allora direttore Vincenzo Scuderi - dice - su progetto dell'architetto Minissi, era stata realizzata una sala dedicata all'archeologia, all'interno della quale era stata esposta una piccola selezione di materiali basata su criteri di tipo estetico. Questa sala, insieme a quella dedicata alla raccolta numismatica e alla contigua sala dei reperti risorgimentali, fu chiusa nel 1996 a causa di infiltrazioni d'acqua dal tetto che non rendevano pi agibili i locali. Da quando mi sono insediata nel 1999, mi sono subito attivata per la riparazione del tetto di quest'ala del museo.
Perch la sala non stata riaperta al pubblico? Fra le priorit che ereditai subentrando come direttore del museo, su tutte vi era quella della sicurezza dell'intera struttura. Quindi il primo progetto, finanziato nell'ambito del Por 2000-2006 che tutt'ora in corso, ha avuto come obiettivo il trasferimento della biblioteca dal primo piano al piano terra, in modo da rendere la nuova biblioteca pi sicura e meglio fruibile; inoltre, iniziata un'opera di sistemazione degli uffici e dei magazzini con la scoperta di moltissimi materiali editi ed inediti.
E', quindi, in progetto un nuovo allestimento della sezione archeologica? Il progetto in itinere anch'esso con finanziamento Por. Infatti, gi da tempo iniziato un lavoro di schedatura e di documentazione fotografica di tutti i materiali, che sono oltre 5000, conservati nei magazzini del museo. Questo lavoro, trattandosi di un numero considerevole di manufatti inediti, vasi e frammenti in ceramica, oggetti in bronzo e molto altro, ha richiesto una notevole quantit di tempo. Contestualmente alla schedatura dei materiali, insieme all'architetto Enrico Caruso, progettista e direttore dei due lavori in corso nel museo, allo scopo di creare una pi ampia sezione archeologica, abbiamo iniziato a progettare l'allestimento del nuovo spazio che comprender anche la sala prima dedicata al Risorgimento, i cui materiali saranno trasferiti al piano terra. Il progetto intende esporre e documentare almeno il 60% del materiale disponibile, ordinato secondo criteri topografici, in modo da illustrare il territorio archeologico suddividendolo per localit.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news