LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palazzo Grassi apre alla Biennale
Enrico Tantucci
la Nuova Venezia, 17 aprile 2005

Accordo in vista per ospitare le sue mostre d'arte contemporanea nell'anno della rassegna delle Arti Visive

La collezione Pinault non arriver, Aillagon solo consulente

Anche la Biennale nell'affare Palazzo Grassi per le mostre di arte contemporanea negli anni in cui cura la sua rassegna di Arti Visive. Prende corpo la strategia di Comune e Casin d'intesa con l'industriale francese Francois Pinault per l'attivit espositiva del futuro, se il nuovo sindaco dopo Paolo Costa ratificher nell'Assemblea dei Soci l'accordo raggiunto. La Collezione Pinault per rester in Francia.

Si infatti sbloccato lo stop urbanistico che aveva portato recentemente l'industriale francese a fermare il progetto per la realizzazione del suo museo personale nell'Isola della Senna, dove ospitare la sua grande collezione d'arte contemporanea e dove la Fondazione Pinault prevede di investire 150 milioni di euro nei prossimi anni.
Salta anche visto anche lo slittamento dei tempi per la conclusione dell'accordo l'idea di ospitare a giugno a Palazzo Grassi una mostra di opere della collezione Pinault, una delle raccolte private pi importanti del mondo per l'arte contemporanea, se ne parler, forse, per settembre.
Sembra ormai certo, infine, che l'ex ministro della Cultura francese Jean-Jacques Aillagon da poco nominato anche al vertice della televisione pubblica francese Tv5 non sar il nuovo direttore artistico di Palazzo Grassi, anche per mancanza di tempo, ma manterr comunque un ruolo di consulente per la programmazione espositiva, concordata con il Comune, anche se Pinault che pagher circa 29 milioni di euro per il 100 per cento della Palazzo Grassi spa, salvo cederne poi il 20 per cento al Casin, avr sostanzialmente il controllo dell'attivit del nuovo centro espositivo, che non ospiter solo mostre, ma anche congressi internazionali, serate di gala e manifestazioni di prestigio, in accordo con Ca'
Farsetti e nell'ottica di tenerlo aperto tutto l'anno.
L'accordo in preparazione con la Biennale con la quale ci sarebbero gi stati i primi contatti prevederebbe che negli anni in cui la fondazione guidata da Davide Croff ospita la Mostra internazionale di Arti Visive, Palazzo Grassi ospiti un'esposizione sotto il diretto controllo della stessa istituzione culturale e in linea con il tema prescelto. Riprende corpo anche il progetto gi concordato da Aillagon anche con il direttore dei Musei Civici Giandomenico Romanelli che prevede almeno una mostra l'anno dedicata al tema delle grandi civilt e una, invece, pi legata alla realt storico-artistica veneziana. Non sembra invece che Pinault contrariamente a quanto circolato sia interessato a trasformare il Teatrino di Palazzo Grassi, che restaurebbe a sue spese, in una sorta di show-room per i suoi marchi di moda, da Gucci a Saint-Laurent. La promozione per essi sarebbe piuttosto legata alla sponsorizzazione delle mostre, secondo, in fondo, la stessa linea adottata da molti anni dalla Fiat, quando era proprietaria di Palazzo Grassi. La stessa societ torinese, del resto verrebbe di buon occhio il passaggio di consegne, visto che il suo presidente Luca Cordero di Montezemolo anche consigliere di amministrazione del gruppo Pinault Printemps Redoute, la casa-madre dell'industriale francese.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news