LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Salerno. Crescent, la sanatoria paesaggistica nulla. Ha ragione il Mibac
Angela Cappetta
Corriere del Mezzogiorno 27/3/2014

SALERNO - I dubbi sono ancora tanti, ma un tassello del complicato mosaico Crescent stato messo. L'autorizzazione paesaggistica rilasciata dal Comune di Salerno il 14 febbraio scorso stata dichiarata nulla. Il Consiglio di Stato ha depositato ieri l'ennesimo provvedimento sulla questione che da anni coinvolge il palazzone residenziale a forma di emiciclo disegnato da Ricardo Bofill. Palazzo Spada ha accolto l'appello incidentale proposto dal Ministero dei Beni culturali che, a sorpresa, entrato di diritto nella querelle giudiziaria tra l'amministrazione De Luca e l'associazione ambientalista Italia Nostra. Stavolta era stata la Crescent srl a rivolgersi al Consiglio di Stato per avere chiarimenti sulla procedura da seguire per il rilascio dell'eventuale nuova autorizzazione paesaggistica, messa sotto scacco non solo dai giudici amministrativi ma anche dalla procura di Salerno che, a novembre scorso, ha sequestrato il Crescent. Vincenzo De Luca e il Comune di Salerno erano gi partiti in accelerazione. Riunita la commissione locale paesaggio e trovata la famosa "via d'uscita" - rinnegata dal soprintendente Gennaro Miccio - a Palazzo di Citt si era deciso che la procedura da seguire era quella del 2008: una norma transitoria, abrogata l'anno successivo, che attribuiva al Comune la competenza a rilasciare il nulla-osta paesaggistico. La nuova autorizzazione era anche arrivata alla Soprintendenza, insieme a diffide e controdiffide, in un clima di tensione che, di certo, non giovava alla Crescent srl. La societ dei fratelli Rainone avrebbe rischiato di perdere oltre 44 milioni di euro, se anche stavolta la legge non sarebbe stata seguita alla lettera. La richiesta di chiarimenti al Consiglio di Stato era necessaria, ma nessuno avrebbe immaginato che un altro gigante istituzionale si fosse intromesso nella questione. Il Mibac non ha perso tempo. Il Comune di Salerno, ha detto, non doveva seguire la vecchia procedura, ma la nuova legge che attribuisce alle Soprintendenze il potere di rilasciare le autorizzazioni paesaggistiche. E al Consiglio di Stato ha avuto ragione. Si sa solo questo per il momento.
La sentenza non arrivata ancora nelle mani degli avvocati delle parti interessate, n del Comune, n della societ e n tantomeno di Italia Nostra. Il provvedimento stato depositato nella tarda serata di ieri e quello che si sa un dispositivo scarno con cui i giudici romani rigettano il ricorso della Crescent srl e accolgono l'appello incidentale del Ministero. E non quello dell'associazione ambientalista, che aveva chiesto la demolizione dell'opera perch la legge non prevede la sanatoria di una costruzione abusiva anche quando il manufatto stato realizzato. Ma cosa avranno disposto da Palazzo Spada per il futuro del Crescent? I dubbi restano, ma oggi forse qualcuno di essi potr essere fugato.



news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news