LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Case basse a Punta Perotti, il sindaco cede ai costruttori
di FRANCESCO PETRUZZELLI
19 marzo 2014 LA REPUBBLICA



In Consiglio passa il piano: addio all'inedificabilità. Emiliano presenta quattro emendamenti, tra cui quello che individua un compromesso urbanistico con la famiglia Matarrese e gli altri costruttori per evitare nuove battaglie giudiziarie


UNA retromarcia inaspettata dopo anni di polemiche e di carte bollate e che di fatto apre le porte alle ruspe sull'attuale parco della legalità e al progetto ecosostenibile, con palazzi bassi e verde, presentato lo scorso anno dai costruttori Matarrese proprietari dei suoli. Su Punta Perotti a Bari si potrà tornare a costruire ma solo con precise prescrizioni e nell'ambito dei "programmi integrati di rigenerazione urbana", in sostanza nelle aree ad alta concentrazione di degrado e di abbandono.

L'indicazione, che comprenderà anche le altre zone a ridosso di lame, coste, canali e strade panoramiche, è arrivata durante la maratona del consiglio comunale di Bari chiamato in seconda convocazione, dopo il flop di lunedì pomeriggio, a dare il via libera, con appena 18 voti favorevoli del centrosinistra, a una delle delibere più delicate dell'intera consigliatura: l'approvazione della variante urbanistica che adegua il piano regolatore al piano per il paesaggio.

Ma l'ultimo colpo di coda lo ha dato lo stesso sindaco Michele Emiliano che, accogliendo i mugugni e i tormenti della sua maggioranza, ha presentato in aula quattro emendamenti, tra i quali quello del punto tre che di fatto individua un compromesso urbanistico con la famiglia Matarrese e gli altri costruttori per evitare nuove battaglie giudiziarie.

L'emendamento numero quattro invece allenta, e di molto, il vincolo storico-paesaggistico sui quartieri più vecchi della città, come Libertà, Madonnella, Murat e Bari Vecchia prevedendo ad esempio che l'autorizzazione paesaggistica debba essere rilasciata solo per le demolizioni (mentre prima era necessaria anche per l'installazione di una semplice insegna commerciale). Sparite anche alcune strade panoramiche che di panoramico non hanno nulla, come via Trisorio Liuzzi a Carbonara, e ridotto da 120 a 30 metri la fascia di rispetto da canali e corsi d'acqua.

Insomma, un compromesso urbanistico che evita, per il caso Punta Perotti nuove battaglie giudiziarie, ma che fa andare su tutte le furie il centrodestra pronto a presentare, all'apertura del consiglio, una pregiudiziale per far saltare la discussione della seduta. "Dovevano essere chiesti anche i pareri delle circoscrizioni" tuona il capogruppo della Lista Simeone, Peppino Loiacono. "È una delibera che sacrifica in maniera tombale la città ed è votata solo da pochi consiglieri" aggiunge il forzista Ninni Cea. "Sono solo vincoli, non variazioni di destinazione d'uso dei suoli, imposti
dalla legge e dallo Stato. Abbiamo solo aggiornato la cartografia anticipando i termini" assicura l'assessore all'Urbanistica Elio Sannicandro.

Ma i toni in aula da campagna elettorale non si placano. "I cittadini vi puniranno nelle urne" chiosano dai banchi dell'opposizione. Ma l'aula registra anche alcuni cambi in corsa. Federico Pirro, ex volto Rai ed esponente
dell'Idv, ha infatti annunciato di passare col Pd, incassando subito la benedizione del segretario regionale Emiliano. Bagarre finale poi per i 5 nuovi Municipi



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news