LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Axum, intrigo internazionale
Marco Nese
Corriere della Sera 16/4/2005

ROMA Un Antonov 124 con a bordo il primo pezzo della stele di Axum si lever in volo dall'aeroporto militare di Pratica di Mare luned alle 18 e 30. Le trattative per riportare in Etiopia il famoso obelisco sembrano un intrigo internazionale. A lieto fine. Le ultime firme all'accordo sono state messe ieri a Roma e a Toronto.
L'ostacolo che sembrava insuperabile era la paura della compagnia ucraina Antonov Airlines di vedersi sequestrare l'aereo appena atterrato a Roma. Gi due velivoli con bandiera ucraina sono stati bloccati a Goosebay, in Canada, e a Bruxelles. L minaccia di sequestro incombe da quando la societ Tmr Energy di Mark Rich, il miliardario al quale Bill Clinton perdon l'evasione fiscale, creditrice del governo ucraino per centinaia di milioni di dollari.
Ora, in virt dell'accordo, la Tmr Energy, nel frattempo venduta da Rich, consente a un Antonov 124 ucraino di compiere tre atterraggi a Roma senza chiederne il sequestro. Tre scali necessari per caricare i tre pezzi in cui stata divisa la stele lunga 24 metri La svolta arrivata a sorpresa quando gli italiani responsabili dell'operazione erano abbastanza disperati. Avevano annunciato la partenza del primo pezzo per mercoled scorso, ma all'ultimo momento erano stati costretti a rinviare perch la compagnia ucraina si rifiutava di mandare un suo velivolo in Italia col rischio del sequestro.
L'Antonov 124 un cargo gigantesco, l'unico in grado di caricare i massicci tronconi di granito della stele. Quando il ministero delle Infrastnitture ha cercato di noleggiarlo, Kiev ha chiesto garanzie. Non voleva perdere un altro aereo. Una faccenda delicata di cui stato messo al corrnte il ministero degli
Esteri. Alla Farnesina hanno studiato la possibilit di offrire all'aereo una copertura diplomatica, in modo da renderlo immune da un'azione giudiziaria. E' stata l'ultima carta giocata dagli italiani. Dall'Ucraina per giunta una risposta negativa. Non si fidavano. Cos il volo gi previsto stato cancellato con la scusa che i funerali del Papa avevano fatto chiudere lo spazio aereo su Roma. A questo punto entra in scena Walter Arbib e corre in soccorso dei responsabili del trasporto dell'obelisco. Arbib un ebreo nato in Tunisia e da anni trapiantato in Canada. E' titolare della Skylink, una compagnia aerea specializzata in voli nelle zone del mondo pi a rischio, su incarico dell'Onu e di varie organizzazioni governative. Per trasporti diretti in Iraq la Croce rossa italiana e anche le Forze armate del nostro Paese usano i suoi velivoli.
Arbib ha chiamato a New York un professionista suo amico. Gli ha chiesto di metterlo in contatto con i legali della societ che appartene-va a Rich. Gli avvocati hanno accettato di trattare con Arbib, si sono consultati anche con il loro studio legale di Londra, e alla fine tutti hanno concordato sull'opportunit di permettere al governo italiano di rispettare gli impegni presi con gli etiopici. Grazie all'intervento di Arbib ci spiega Lawrence M. Weiss, presidente della Tmr Energy abbiamo deciso di compiere un gesto di buona volont verso il governo italiano. Non creeremo ostacoli all'Antonov 124 incaricato di trasportare l'obelisco. Ci rendiamo conto che il ritorno della stele un evento storico per l'Italia e per l'Etiopia. Con una dichiarazione scritta del presidente Weiss e con un documento firmato dagli avvocati della societ americana, ad Arbib non rimasto altro che servire su un piatto d'argento la soluzione agli italiani. L'obelisco pu tornare a casa; L'intera operazione avr un costo di 2 milioni di euro.

L'OBELISCO |
LA STELE
L'obelisco, alto 24 metri e pesante almeno 160 tonnellate, fatto di basalto, una pietra simile
al granito, data tra il I e il IV secolo d. C. Fu portato via da Axum in tre pezzi, cos come si
trovava nella citt sacra etiope, dalle truppe di occupazione italiane.
PREDA DI GUERRA
Dopo un viaggio epico, durato due mesi sul piroscafo Adua, la stele arriv il 27 marzo
1937 nel porto di Napoli. Il 31 ottobre 1937
l'obelisco fu inaugurato a Roma, nel Circo
Massimo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news