LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ombre sui sigilli al litorale salentino “La Tap non speculi su quanto accade”
Giuliano Foschini
11 marzo 2014 LA REPUBBLICA sez. Bari




STAMATTINA alle dieci l’incontro. Sullo sfondo una lunga guerra di perizie, con sullo sfondo l’ennesimo scontro politico tra la Tap e il comitato che non vuole la realizzazione del Gasdotto. L’ordinanza della Capitaneria di porto che, di fatto, chiude venti chilometri di costa sul Salento sta diventando un caso sia giudiziario sia politico. A sollevare per primo il caso è stato il sindaco di Melendugno, Marco Potì, che mette in dubbio senza mezzi termini il senso dell’ordinanza: “Davvero non capisco su cosa si basa e soprattutto voglio sapere se c’è un pericolo reale e immediato realmente su tutta la costa interdetta. Io non so — spiega — su quali basi scientifiche si basi la decisione della Capitaneria e soprattutto non capisco il perché l’intera ordinanza si fermi esclusivamente ai confini di Melendugno: possibile che l’intero pericolo crollo sia legato esclusivamente alle nostre coste? E non cinquecento metri più in là? E’ una circostanza strana”.

Oggi il sindaco incontrerà il comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto, Gianmarco Miriello. Certo però qualcosa di singolare c’è. Perché realmente, come dice il primo cittadino di Melendugno, l’informativa alla base della decisione della Capitaneria riguarda unicamente il territorio del suo comune territorio tra l’altro del tutto simile (per morfologia e anche per rischio erosione) a quello confinante, dove però non è arrivata alcuna inibizione. Proprio nella vicina Otranto nei giorni scorsi erano caduti pezzi di falesia, come dimostrano varie fotografie prodotte ieri senza però che intervenisse alcune ordinanza di inibizione di “navigazione, la sosta e l’ancoraggio, nonché la balneazione, la pesca e ogni attività subacquea nello specchio acqueo segnalato dalle coordinate geografiche, entro una distanza di 50 metri dal tratto di costone roccioso a picco sul mare” come si legge nell’ordinanza dell’ufficio marittimo che riguarda appunto le zone più belle della costa, compreso per dire la frequentatissima pineta a sud della spiaggia di Torre dell’Orso.

Ma nella polemica ieri è entrata pesantemente anche la politica con il solito problema della Tap. Melendugno è il comune che ha fatto, e continua a fare, l’ostruzionismo più forte alla realizzazione del gasdotto rifiutando anche i quattro milioni di euro offerti dalla società. “Quei soldi — hanno ricordato ieri dalla società — dovevano servire proprio per combattere l’erosione del suolo”. Lo stesso fenomeno che oggi sta mettendo in ginocchio la zona, proprio alla vigilia della stagione turistica. “Siamo davanti a uno sciacallaggio informativo ridicolo ed inattendibile” attaccano però dalla corrente Ecodem del Pd del Salento. “Se Tap — scrivono — pensa di fuorviare l’attenzione dalle innumerevoli criticità tecniche che il progetto di gasdotto denuncia, con seri rischi sotto il profilo ambientale, economico e paesaggistico, non ha capito nulla della coscienza ambientale e territoriale matura ed informata dimostrata dal territorio salentino. Se proprio un collegamento può essere fatto tra questo fatto e la realizzazione del Gasdotto va in senso opposto rispetto a quanto prospettato da Tap: l’erosione della falesia, infatti, ci dimostra ancora di più quanto sia fragile il territorio di Melendugno su cui Tap intende installare la sua opera e quanto sia prevalente l’esigenza della tutela ambientale e paesaggistica in funzione dei comparti del turismo e della pesca”.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news