LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Cave, geotermia, infrastrutture Asor Rosa-Rossi, via alla fase 2
Massimo Vanni
09 marzo 2014 02 LA REPUBBLICA sez. Firenze



NON solo colpi bassi. Il nuovo round è finito con una stretta di mano. Si rivedranno presto, il ‘catone censore’ ambientalista delle politiche regionali Alberto Asor Rosa, capo della Rete dei comitati, e il governatore Enrico Rossi. Si rivedranno attorno ad un tavolo per avviare la fase due del confronto, stavolta con dati e cifre alla mano. Perché la fase uno, quello dello scontro urbanistico, è di fatto chiusa. Con reciproca soddisfazione: «Abbiamo fatto una svolta ambientalista che rivendico e che va portata a compimento», dice Rossi all’assemblea della Rete convocata all’auditorium dell’Ente Cassa di Risparmio di via Folco Portinari.

Otto anni fa, la scintilla che scatenò l’offensiva verde contro la Regione fu Monticchiello con le sue villette a schiera. Poi venne lo scontro sulla Tirrenica. Quindi la nascita della Rete dei comitati e la «piattaforma toscana», summa della critica ambientalista dal basso. Adesso, otto anni dopo Monticchiello, Rossi e il suo assessore Anna Marson riformano la legge urbanistica e varano il Piano paesaggistico. Trasformando in assioma lo stop al consumo di suolo e rivedendo i passaggi procedurali che decentravano tutto ai Comuni. «Riconosciamo la svolta», conferma il critico letterario Asor Rosa. Solo che lo scontro non è ancora finito. Si è spostato.

Una fase due, per l’appunto: riconosciuto il «disegno riformatore in materia urbanistica», la Rete concentra lo scontro su geotermia, cave di marmo, infrastrutture. Che sono le nuove frontiere: «Sulle Apuane si è aperta una vera e propria battaglia e la rete si batterà con ogni iniziativa in difesa del paesaggio », annuncia Asor Rosa. Ma è solo il primo fronte. «La Toscana non si sottrae alla speculazione sulle energie rinnovabili e dire che la geotermia è pulita e sostenibile è una clamorosa mistificazione », si legge nei documenti della Rete. Per non dire del tunnel Tav sotto Firenze o della Tirrenica o ancora dello sviluppo aeroportuale di Peretola.

«Non su tutto la pensiamo allo stesso modo», ribatte Rossi. Convinto che sulla geotermia si debba puntare a soluzioni («media entalpia») non troppo invasive, che tengano conto degli aspetti paesaggistici: «Precluderci però l’utilizzo di un’energia rinnovabile sarebbe un errore. Un allevamento di animali rischia di produrre più inquinamento di una centrale geotermica ». Quanto alle Apuane e alle attività estrattive «abbiamo parlato con i sindaci per una dilazione e una lunghissima cessazione delle attività nel tempo nel parco delle Apuane. Il parco è un’area ristretta mentre la maggior parte delle cave ne è al di fuori. Non abbiamo ancora preso nessuna decisione né bloccato alcunché». Ma se ne riparlerà al nuovo tavolo di confronto proposto dal presidente Rossi e accettato con entusiasmo dai comitati. Dove si discuterà pure di Tav e di aeroporto, sul quale Rosi non cambia idea: «Approveremo il Pit con la pista da 2mila metri».

Asor Rosa annuncia anche una nuova fase costituente ed organizzativa per gli stessi comitati toscani: «C’è bisogno di una Rete più politica, più propositiva. Anche attraverso un giornale online».







news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news