LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali, quella polemica contro le Soprintendenze
Vito Romagnoli
L'Unità 12/3/2014

C’è grande fermento nel mondo della tutela del patrimonio storico-artistico e del paesaggio dopo l’uscita, domenica, sulla prima pagina di un noto quotidiano di un articolo nel quale si accusavano, fin dal titolo, le Soprintendenze di non tutelare adeguatamente il Belpaese: “I no delle Soprintendenze che rovinano i tesori d’Italia”. Con una tutela cioè da “burocrati” miopi e inadeguati, spesso anziani, col doppio danno di impedire una vera valorizzazione dei tesori dell’arte e di “congelare la modernizzazione, paralizzare l’aspetto urbanistico delle città”. Argomentazioni ritenute, da sempre, “di destra”, come sottolinea, plaudendo, “Italia Oggi”.

Alcune associazioni hanno subito scritto una lettera di vibrata protesta (ovviamente rimasta impubblicata) intitolata “Più tecnici e più mezzi per la tutela, e non meno tutela”. Sono il Comitato per la Bellezza (Vittorio Emiliani), Bianchi Bandinelli (Vezio De Lucia), Eddyburg (Edoardo Salzano), Rete dei Comitati (Alberto Asor Rosa), i consiglieri nazionali di Italia Nostra, Marina Foschi, presidente dell’Emilia-Romagna (stranamente non il presidente nazionale Marco Parini), Maria Pia Guermandi, uno dei promotori della lettera, Mountain’s Wildernesse (Carlo Alberto Pinelli), Patrimonio Sos (Donata Levi), numerosi intellettuali, Desideria Pasolini dall’Onda, fondatrice di Italia Nostra, Salvatore Settis, Antonio Pinelli, Carlo Ginzburg, Bruno Toscano, Andrea Emiliani, Marisa Dalai, Chiara Frugoni, Tomaso Montanari, Giorgio Bonsanti, gli urbanisti Pier Luigi Cervellati, Sauro Turroni e Paolo Berdini, gli archeologi Pier Giovanni Guzzo e Mario Torelli, lo scrittore Corrado Stajano, il musicologo Paolo Fabbri, il regista Marco Tullio Giordana e tanti altri, a centinaia i funzionari delle Soprintendenze, in testa il direttore degli Uffizi, Antonio Natali, e il direttore generale regionale del Molise, Gino Famiglietti.

Con quell’articolo, denunciano, non viene “rottamato l’apparato dirigenziale del MiBACT colpevole di aver assecondato semmai tante richieste al ribasso di parte politica, quanto il nostro stesso patrimonio archeologico, storico-artistico, paesaggistico. Pompei, Volterra, le Mura Aureliane crollano perché, mancando tecnici e fondi, non c’è sufficiente tutela, non perché ve ne sia troppa”. Terminano con una citazione dal “Viaggio in Italia” di Goethe (1786): “Questi uomini lavoravano per l’eternità, tutto essi hanno preveduto tranne la demenza dei devastatori, cui tutto ha dovuto cedere”. Da allora i massacri sono stati tanti, notano i firmatari, sulle coste, nei paesaggi, dentro i centri storici. Mai abbastanza però per gli appetiti evidentemente rinnovati di palazzinari e speculatori. Essi temono che comincino nuove campagne, non solo da destra, per rilanciare la “deregulation”, la rimozione dei paletti delle Soprintendenze, consentendo “l’accesso alla Bellezza a pochi privilegiati”, mentre una parte del patrimonio “sarà trasformata e stravolta in tante Disneyland per turismo globale e l’altra, la meno “redditizia”, rovinerà su se stessa in pochi anni, sepolta dal cemento e dai rifiuti”. Il finale del documento - che sarà inviato ai parlamentari e soprattutto al presidente della Repubblica, custode dell’art. 9 della Costituzione, è una stilettata: “Se questo è il nuovo che avanza, il retrogusto sa d’antico. Anzi, di vecchiume reazionario”. In tanta polemica spicca il silenzio dei vertici del Ministero. Vertici che guadagnano almeno 178.000 euro lordi all’anno, contro i 35.000 (1800 netti al mese) di un direttore di grande museo con decenni di anzianità e i 1.300 mensili di un funzionario che sgobba sul campo. “Io, miope burocrate, adesso vado a Ferrara ad occuparmi di una antica chiesa abbandonata da tutti”, ha scritto amaramente una funzionaria ai promotori della protesta.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news