LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L’importanza delle soprintendenze, la tutela del patrimonio
Massimo Bray


L’articolo di Giovanni Valentini apparso su Repubblica di domenica 9, mi spinge ad alcune riflessioni.

Credo che se l’Italia ha ancora un paesaggio e un patrimonio culturale così importanti da essere tra i principi fondamentali della nostra Costituzione, lo dobbiamo a secoli di tutela e custodia – vorrei dire a secoli di amore e passione – degli italiani per il loro Paese.

Il primo soprintendente della nostra storia fu Raffaello, che in una celebre e coraggiosa lettera del 1519 non ebbe paura a ricordare al papa Leone X che non doveva essere tra i suoi ultimi pensieri quello di aver cura di ciò che restava dell’antichità di Roma. Un filo diretto unisce Raffaello ai funzionari delle nostre soprintendenze: i quali lavorano per nostro conto ma soprattutto a beneficio di chi verrà dopo di noi. E quando parlo di noi non alludo certo ai soli italiani. Siamo tutori di un patrimonio universale che deve costituire il nostro orgoglio e non diventare un peso o, per altro aspetto, quando trascurato, un motivo di mortificazione.

Nella mia esperienza di ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ho conosciuto un sistema che – è vero – ha bisogno di essere finanziato di più, di essere ringiovanito, di essere motivato. Alcune scelte dovranno essere indirizzate a proteggere ancor meglio l’ambiente e l’arte che ci fanno tutti uguali: sono stati studiosi come Antonio Cederna, Giuliano Briganti e Salvatore Settis a ricordarci che senza la salvaguardia delle soprintendenze il nostro Paese sarebbe un’unica colata di cemento.

La difesa del paesaggio è sempre stata al centro della sensibilità e delle attenzioni dei cittadini; ecco perché sono sicuro che l’invito di “innovare” debba, nello stesso tempo, richiamare la nostra attenzione sulla necessità di non abbassare la guardia verso la necessaria tutela del patrimonio storico artistico e di quello paesaggistico.

Quando quei controlli non sono stati attuati o sono stati semplicemente, e con qualche stratagemma, aggirati, come tante volte proprio Giovanni Valentini ha denunciato dalle pagine della “Repubblica”, il nostro paesaggio e con esso la nostra vita, sono stati violati da una giungla di ecomostri e di brutture.

Uno sviluppo fondato sulla cultura, che ha un significato e degli effetti profondi per il benessere complessivo della società ben più delle sole componenti monetizzabili – come l’inclusione sociale, i fondamenti democratici dell’ordinamento, il ritrovare un senso di appartenenza e dignità, capacità creativa e immaginazione, innovazione da parte delle comunità e degli individui -, è una delle principali sfide della contemporaneità con cui ci misuriamo tutti e su cui poter costruire il futuro delle prossime generazioni.

Nei dieci mesi di esperienza al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ho apprezzato il lavoro svolto dalle strutture del territorio: sono grato alle donne e agli uomini delle soprintendenze, la cui oscura fatica di ogni giorno è speranza che anche i nostri figli possano sapere cos’è stata, e cosa può essere ancora, l’Italia.

http://www.massimobray.it/limportanza-delle-soprintendenze-la-tutela-del-patrimonio/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news