LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Isozaki visita gli scavi che bloccano la pensilina
Mauro Bonciani
Giornale della Toscana 13/4/2005

Oggi andrà in onda una nuova puntata della telenovela Isozaki. L'architetto giapponese, vincitore del concorso internazionale per la costruzione della pensilina dei Nuovi Uffizi - il gigantesco sgabello osteggiato da molti, a Firenze e nel mondo - visiterà gli scavi in piazza del Grano e sotto la biblioteca Magliabechiana, scavi che hanno messo in luce reperti eccezionali la cui tutela non è compatibile con la costruzione della pensilina, come il ministero dei beni culturali, titolare del contratto con Isozaki, ha comunicato al maestro.
Al sopralluogo saranno presenti il sovrintendente regionale e direttore degli Uffizi Antonio Paolucci, il direttore generale del ministero dei beni culturali Roberto Cecchi, il professor Riccardo Francovich che coordina gli studi sugli scavi, tecnici della sovrintenza archeologica fiorentina, l'assessore all'urbanistica Gianni Biagi e Isozaki che da tempo ha ricevuto tutti gli incartamenti sugli scavi da Roma vedrà per la prima volta di persona l'area di scavo ed i reperti rinvenuti. Isozaki ieri nella tarda serata era atteso a Firenze, volo permettendo in programma anche una cena con l'assessore Biagi, e dal sopralluogo di oggi non emergeranno decisioni ma certamente indicazioni sull'atteggiamento dell'architetto giapponese che, tempo fa, spalleggiato dal Comune non esitò a minacciare il ricorso agli avvocati per realizzare la sua pensilina. Da Roma si spera però nel nuovo atteggiamento costruttivo di Isozaki emerso.alla fine dell'incontro del 17 febbraio scorso a Roma con il ministro Urbani e chiusosi con l'ammissione dell'architetto della necessità di rivedere il progetto. «Alla luce dei ritrovamenti archeologici - spiegò il ministero - il progetto di Isozaki non è più eseguibile. Per quanto riguarda la futura sistemazione di piazza del Grano e delle zone limitrofe, saranno assunte le decisioni per le rispettive compentenze del Comune di Firenze e del ministero per beni e le attività culturali». Isozaki riconobbe l'importanza dei reperti - la stessa che il ministro Urbani aveva comunicato a Domenici già dopo la prima valutazione degli esperti nell'ottobre del 2004 - e annunciò una visita di persona a Firenze una volta esaminati i documenti ricevuti. Il nuovo atteggiamento di Isozaki è stato giustificato anche dalla prospettiva di realizzare una sistemazione sotterranea museale dell'area tra San Piero Scheraggio, scavata e poi ricoperta in piazza del Grano, ma che si estende in parte anche sotto gli Uffizi, piazza del Grano e la biblioteca Magliabechiana fino all'Arno, un museo che permetterebbe di valorizzare l'area alto-medievale venuta alla luce. Il summit significò anche la decisione di aprire un tavolo tecnico Comune-Ministero sui lavori dei Nuovi Uffizi che porteranno ad aumentare del 100% gli spazi espositivi entro il 2007.
Palazzo Vecchio, dopo l'incontro di febbraio difese la sua posizione, rifiutandosi di parlare di pensilina cancellata ma solo della necessità di rivedere il progetto con il consenso di Comune e architetto, ma intanto la sua realizzazione è stata stralciata dall'appalto dei Nuovi Uffizi ed in ogni caso i lavori di Isozaki non potranno partire prima della fine di quelli della galleria, cioè prima di tre anni. Oggi il Comune potrebbe ribadire la propria linea, ma il sopralluogo serve esattamente al contraio, cioè a far capire anche l'amministrazione che i reperti vanno tutelati e valorizzate che non esiste altra soluzione se non l'azzeramento del vecchio progetto e la sistemazione dell'intera area con nuovi e rivoluzionari criteri.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news