LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

In Campania record di costruzioni abusive
13 APR 2005 Sole 24 Ore Sud



Ancora gravi abusi edilizi sulla Costiera amalfitana, mentre Legambiente torna a denunciare l'aggravarsi del fenomeno al Sud in coincidenza con il condono del secondo Governo Berlusconi.
La scorsa settimana nella cittadina salernitana di Conca dei Marini, nei pressi della «Grotta dello smeraldo», la Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato un albergo con annesso stabilimento balneare. La struttura, di circa 1.500 metri quadri, era stata realizzata mediante sbancamenti di roccia e gettate di cemento sugli scogli. Operazioni che aggredivano la natura di una zona riconosciuta dall'Unesco patrimonio dell'Umanità e, quindi, sottoposta a particolari vincoli.
La vicenda è emblematica, indice della gravita del fenomeno abusivismo, cui Legambiente dedica un'intera sezione del rapporto «Ambiente Italia 2005». Secondo l'associazione ambientalista in Campania ha sede il 19,23% delle 40mila costruzioni abusive censite per il 2003 a livello nazionale. Una leadership cui fanno seguito il 13,8% della Sicilia e l'I 1,1% della Puglia. Calabria, Basilicata e Sardegna fanno registrare insieme il 22,4 per cento. L'intero Centro Italia da solo raccoglie appena il 12,44%, il Nord-Ovest il 10,11% e il Nord-Est il 9,60 per cento.

L'abusivismo insomma, secondo il rapporto di Legambiente, si concentra soprattutto «nelle quattro regioni a forte presenza mafiosa con oltre il 55% delle costruzioni». Il fenomeno ha conosciuto un'impennata da tre anni a questa parte, colpa, a dire degli ambientalisti, dell'effetto annuncio del condono. Nel 2001 le costruzioni abusive erano 28.300 in tutta Italia (17,6% in Campania, 15,9%, in Sicilia, 11,1% in Puglia, 16,91% nelle altre regioni del Sua ed in Sardegna). Già nel 2002 si registrava un lieve incremento, con un totale di 30.800 abusi prefiguranti i 40mila dell'anno successivo. A guidare la classifica la solita Campania, a quota 19,2%, seguita da Sicilia (13,8%) e Puglia (12,4 per cento). Il resto del Sud e la Sardegna si attestavano al 17,11 per cento.

L'effetto annuncio del condono ha quindi invertito la tendenza decrescente che si era registrata dal 1998 (34mila abusi in Italia, il 19,8% dei quali in Campania) al 2001.1 dati definitivi sulla sanatoria edilizia, attraverso i quali sarebbe possibile fare un quadro ad oggi del fenomeno, non sono ancora disponibili. Risulta tuttavia che nei soli cinque capoluoghi della Campania (regione cui storicamente spetta il primato per l'abusivismo) le richieste di condono sono 10.360.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news