LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Meli: ora al Teatro servono alleanze
Cristina Jucker
Il Sole 24Ore, 12/4/2005

MILANO - La Scala ha bisogno di trovare una strada da percorrere, ma sull'andamento del Teatro non mai stata fatta un'analisi scientifica. Il sovrintendente Mauro Meli, che una settimana fa si dichiarato disponibile a mettere a disposizione del cda il proprio mandato, non nasconde i timori per la prima istituzione lirica italiana. Gli interessi del teatro sono superiori ai miei dice Meli . Non sono preoccupato per me ma per il teatro. E per il rischio che una sorta di anarchia interna possa dilagare.
Maestro Meli, lei ha presentato al cda un progetto di sviluppo della Scala. Quali sono i punti principali?
Il problema pi urgente da risolvere trovare un grande direttore artistico. Al cda ho presentato le linee guida che riguardano non solo il progetto artistico ma anche la gestione: penso che sia indispensabile lavorare anche su organizzazione, rapporti internazionali, nuovo pubblico. Accademia, Ansaldo, Arcimboldi e nuove risorse.
Quali le indicazioni per l'estero?
La Scala l'unica grande istituzione musicale a non aver sviluppato negli anni durature alleanze internazionali. Penso ad alleanze strategiche, non solo coproduzioni, con New York, Londra, Vienna, Parigi, Madrid.
E per ampliare il pubblico?
Ci vuole un progetto organico di sviluppo anche sul territorio. La Scala deve essere vissuta come un teatro "proprio" da tutta una macroregione che trainante come poche nello sviluppo europeo. Ci vuole anche un progetto collegato con i circuiti scolastici.
Il futuro dell'Accademia come lo vede?
Penso che debba fare un passo avanti e diventare sede di master per talenti da inserire nel mondo del lavoro. Poi si potrebbe pensare ad aprire sedi distaccate, autofinanziate, in America, Oceania e Asia, per stimolare anche nuovi sponsor o finanziatori del Teatro.
In effetti il problema delle risorse finanziarie non di poco conto.
Ancora una volta soprattutto la dimensione internazionale che pu offrire grandi opportunit. Senza dimenticare che bisogna recuperare il terreno perso negli ultimi anni nei rapporti con lo Stato e gli enti pubblici.
In questo momento per la situazione molto deteriorata e non sembra facile avviare un serio programma di rilancio.
Certo, ci vuole una condivisione del progetto, l'entusiasmo dei lavoratori indispensabile. Ma nell'interesse della Scala che cresca la qualit e anche la produttivit. Non ci vuole uno che licenzi o riduca lo stipendio, ma che faccia lavorare tutti meglio. Gli abbonati in questa stagione sono aumentati del 50%: ora bisogna aumentare il numero di recite per giustificare l'enorme investimento fatto per rinnovare il Piermarini.
Che spiegazione d di quello che successo negli ultimi mesi?
Mi chiedo: siamo sicuri che tutto sia andato cos come stato raccontato? Che tutti siano in buona fede? Io non credo. Le dimissioni del maestro Muti sono un danno vero. Da anni c'erano divergenze tra direttore musicale e sovrintendente, ma quest'ultimo per legge in teatro sovrano assoluto. lui che deve invitare i grandi direttori d'orchestra, e se non va d'accordo con il direttore musicale o lo licenzia (e pu farlo, anche se ci voleva coraggio nel caso di Muti) oppure va dal consiglio di amministrazione e dice: "Cos non va".
Quindi Carlo Fontana sarebbe responsabile di non aver affrontato il problema dei contrasti con Muti?
Fontana una persona intelligente e molto abile. Ma in questa storia io non l'ho capito. Come sovrintendente aveva tutti i poteri per agire.
All'estero cosa sarebbe successo?
In tutti i teatri, due anni prima della scadenza del mandato di un sovrintendente il cda designa il successore, che ha un suo ufficio in teatro e inizia a mettere a punto la programmazione. Poi quello in scadenza saluta, ringrazia e se ne va.
Ci sono rischi per la stagione in corso e per le prossime?
Questa gi un po' compromessa: ancora non sappiamo chi diriger l'Otello. Quanto alla prossima, che celebra l'anno mozartiano, senza il maestro Muti non sar pi la stessa di prima.
Che idea si fatto della vicenda?
Penso che tutta la storia sia stata funzionale a qualcosa d'altro, non al sano funzionamento del Teatro.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news