LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palazzo Grassi, Costa a cena con Pinault a Parigi
S.S.L.
Corriere del Veneto, 12/4/2005

VENEZIA Palazzo Grassi, le trattative con Pinault proseguono e la partita potrebbe chiudersi prima del passaggio di consegne tra il sindaco uscente Paolo Costa e il neoeletto primo cittadino che uscir dal ballottaggio di domenica e luned. Ieri sera Costa era a Parigi a cena proprio con il re della moda Pinault e, se la definizione degli ultimi dettagli non incontrer ostacoli, il nuovo accordo di cessione al magnate francese potrebbe essere sottoposto al consiglio di amministrazione (Cda) del Casin gi dopodomani.
La Casa da gioco ha convocato per gioved il Cda, primo passo per la ratifica che deve passare anche attraverso l'ok dell'assemblea dei soci, da tenersi non prima di dodici giorni, come prevede lo statuto del Casin. Ma i tempi per non cedere il pallino del gioco al nuovo sindaco, che subentrer formalmente a Costa solo dopo quindici giorni dal ballottaggio, ci sono tutti. E dunque potrebbe essere l'attuale amministrazione ad arrivare, sia pure al fotofinish, alla consegna del Palazzo ai nuovi proprietari. Una prospettiva che rischia cos di infiammare ulteriormente gli ultimi giorni della campagna elettorale.
Il pi critico dei due candidati Massimo Cacciari che, in questi giorni, non ha risparmiato gli attacchi nei confronti delle mosse del sindaco uscente e della Casa da gioco. Affondi dopo che i protagonisti veneziani hanno interrotto le trattative con Angelo Guido Terruzzi (il magnate ligure, industriale re del nichel, disposto ad acquistare il 95 per cento del Palazzo per collocarvi la sua maxi-collezione d'arte, accontentandosi del piano nobile e del teatrino). Tutto per preferire chiudere la trattativa con Francois Pinault, del cui gruppo fanno parte Gucci e Fnac. La critica di Cacciari nei confronti di Costa e del Casin investe ovviamente in modo pi che diretto l'avversario Felice Casson: il filosofo contesta all'ex giudice di non aver preso le distanze da un'operazione che anche all'interno della stessa giunta Costa ha incontrato non pochi oppositori.
A cominciare dall'assessore al Bilancio, Giampaolo Sprocati, tra i fautori e i principali sostenitori della trattativa con Terruzzi) che, nei giorni scorsi, aveva invitato a lasciar chiudere gli accordi al nuovo sindaco. L'accordo con Pinault non prevederebbe l'acquisto, ma una sorta d'affitto, con il pagamento delle spese sostenute dal Casin per il passaggio di propriet dalla Fiat (30 milioni di euro), in cambio del quale il collezionista francese otterrebbe l'80% della societ che avr in gestione il palazzo per i prossimi 60 anni.
Pinault (con il direttore artistico in pectore Jean Jacques Aillagon, ex ministro francese) vorrebbe collocare la propria collezione d'arte contemporanea nel teatrino, da utilizzare anche come show room per le sue numerose griffe.
Per quanto riguarda la gestione culturale del Palazzo e l'organizzazione delle mostre, il nuovo consiglio di amministrazione della societ sarebbe nettamente sbilanciato verso i francesi: i membri nominati da Pinault sarebbero sette mentre il Comune ne nominerebbe uno soltanto, con un presidente di garanzia super partes.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news