LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, graffiti. Spesso non funziona la ricetta degli spazi legali
Isabella Bossi Fedrigotti
Corriere della Sera - Milano 30/1/2014

Buongiorno Isabella Bossi Fedrigotti, le scrivo per discutere dellarticolo apparso sul Corriere del 25 gennaio dal titolo I graffiti sui muri di Milano, niente sociologia sugli autori. Innanzitutto un distinguo (dato che abbiamo parole diverse, usiamole con i loro giusti significati): con murales si intendano le opere di Rivera e quelle di Orgosolo, per esempio; con graffiti si intendano tutte le opere realizzate su muro tramite incisioni e per estensione anche quelle marcate da un forte impatto visivo; con graffiti writing si intendano le opere realizzate allinterno dellomonimo movimento. Nel caso del writing, gli studi, le elucubrazioni di antropologi, le opinioni dei politici si sprecano da anni, per la verit da quando sono nati negli Stati Uniti alla fine degli Anni 60. In Italia sembra che tutti questi scritti non siano mai arrivati, eppure basta assai poco per far proprie queste conoscenze! Pochi giorni fa al centro sociale Leoncavallo, qui a Milano, si tenuto lennesimo dibattito-incontro tra writer e politici (il video su YouTube: Associazione per dipingere...). Iniziativa lodevole, anche se ridondante. Quando cominceremo a capire che il writing si insinua solo dove c spazio, solo dove riesce a trovare terreno fertile? Se si vuole contenere, non si speri di eliminare, il fenomeno del writing vandalico, diverso e pi ristretto del writing illegale, la soluzione semplice: ridurre muri grigi, impersonali, annichilenti, aumentare il verde pubblico, restituire ai writer i muri che gi pitturavano in passato, creare altre zone legali, far dipingere anche le vetture di metr e treni. Troveremo un privato o un politico che abbia il coraggio di seguire la via giusta? Gli spray costeranno sempre meno dello stipendio di un vigile antigraffiti.
Davide Ferrari

Mi confesso ignorante: non conoscevo la differenza tra writing vandalico e writing illegale. Probabilmente dipende dal fatto che non ho letto i testi americani sul fenomeno. Mi domando, per, se limpatto sulla citt risenta di questa diversit: noi ignoranti vediamo, infatti, muri, portoni, saracinesche, metr, treni e tram imbrattati tutti pi o meno allo stesso modo. N, purtroppo, risulta, che appositi spazi dedicati a queste forme espressive abbiano visto diminuire laccanimento contro ogni superficie libera. Lei suggerisce di ridurre i muri grigi: ma palazzi e case hanno tutti i muri grigi. Colorarli non credo risolverebbe il problema e far crescere rampicanti rovina gli intonaci. Quanto alle vetture di metr e treni i writer gi ne hanno preso possesso con risultati che generalmente non entusiasmano. Sul fatto, infine, che sia auspicabile un aumento del verde pubblico, sono, invece, perfettamente daccordo con lei.
ibossi@corriere.it



news

21-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news