LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tutto in un solo sito il patrimonio culturale d'Italia: un immenso catalogo on line
Niccol Gori Sassoli
Il Riformista, 11 aprile 2005

ARCHIVI ELETTRONICI 2. E ATTIVO DALLA FINE DI MARZO ALL'INDIRIZZO WEB WWW.INTERKETCULTURALE.IT

Studiare antichi manoscritti on line, consultare virtualmente preziose partizioni musicali, confrontare in rete pubblicazioni rare e distanti tra loro. E' possibile anche in Italia, visitando la pagina web www.inter-netculturale.it, attiva dalla fine di marzo. Il sito, realizzato dall'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche italiane e per le Informazioni bibliografiche del ministero per i Beni e le Attivit Culturali, permette di accedere a molti dei contenuti classificati nell'ambito della Biblioteca Digitale Italiana (Bdi) l'organismo creato per guidare la digitalizzazione dell'immenso patrimonio delle biblioteche, degli archivi e dei musei italiani.
Operativa dal 2001, la Bdi lavora inizialmente per far convergere i diversi programmi per la digitalizzazione dei beni librari nazionali, sviluppatisi in modo incoerente e frammentato negli anni della rivoluzione informatica. A questo proposito viene messo a punto lo schema Mag, Metadati amministrativi ge-stionali, un insieme di dati codificati per regolare l'accesso, la gestione e la conservazione dei documenti informatici. Lo standard Mag permette di integrare i vari processi della digitalizzazione: dall'acquisizione alla classificazione, dall'archiviazione alla condivisione.
Oggi - secondo la coordinatri-ce del comitato Mag presso l'Iccu, Cristina Magliano - alla Bdi si cerca di potenziare la diffusione dei contenuti e di allargare il bacino d'utenza. Oltre ai problemi, infatti, il passaggio dalle reti locali a Internet presenta grandi opportunit. Le biblioteche italiane, in futuro, potrebbero vendere online servizi culturali personalizzati. Per ora - spiega Magliano - l'offerta si concentra soprattutto sui materiali pi rari e meno reperibili. Le principali campagne di digitalizzazione in corso in Italia riguardano manoscritti, partizioni musicali e pubblicazioni pe-riodiche. Ma anche libri introvabili perch esauriti, in convenzione con le case editrici. Oppure collezioni fotografiche e fondi cartografici, pezzi unici e deperibili da preservare con la memoria digitale e da valorizzare con l'Ict. Grazie alla digitalizzazione, per esempio, sono stati ricostruiti interi numeri di alcune riviste preunitarie, rilegandone virtualmente i frammenti dispersi in vari archivi della penisola.
I primi contenuti digitalizzati dalla Bdi negli anni scorsi sono stati i cataloghi storici delle biblioteche italiane. Oltre alla loro conservazione.
l'acquisizione di questi manoscritti ha consentito di mettere in rete molte informazioni bibliografiche non ancora indicizzate nel Servizio Bibliotecario Nazionale (Sbn), il sistema informatico che gestisce il catalogo collettivo di circa 2300 biblioteche italiane.
Un altro importante corpus culturale recentemente digitalizzato quello che contiene edizioni pregiate e manoscritti autografi di alcuni celebri musicisti italiani, da Verdi a Rossini passando per Paisiello e Vivaldi. Per ora sono stati privilegiati alcuni grandi autori - afferma la responsabile del progetto Biblioteca Digitale Italiana, Giuliana Sgambati - poich la digitalizzazione delle opere e l'acquisizione dei relativi metadati lunga e costosa". Il punto cruciale dell'opera di digitalizzazione - continua Sgambati - quello di far convergere i diversi progetti su standard comuni, al line di garantire linteroperabilit tra i sistemi e facilitare l'accesso alle reti. Un'esigenza irrinunciabile, nel momento in cui la convergenza digitale permette di accedere a oggetti di diversa natura (testi, filmati, documenti sonori, fotografie) creando tra loro nuove e proficue interazioni.
Lo dimostra il suggestivo progetto Bibliotheca Perspectiva, all'avanguardia nello sfruttare le potenzialit del mezzo informatico. Il programma, realizzato dall'Istituto e Museo della Storia della Scienza di Firenze, integra la digitalizzazione dei trattati sulla prospettiva conservati nella biblioteca del museo con altri contenuti multimediali. I preziosi testi sull'arte e la scienza della rappresentazione prospettica - scritti da Leonardo, Leon Battista Alberti, Guidobaldo dal Monte - sono presentati insieme a ricostruzioni virtuali del museo, guide interattive sull'uso degli strumenti scientifici delle collezioni, filmati didattici.
La digitalizzazione consente qui di soddisfare tanto le esigenze dello studioso quanto quelle del navigatore curioso (di tutto il mondo) creando, a buon mercato, uno strumento di conoscenza dai molteplici livelli di lettura. Un nuovo modo per diffondere cultura.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news