LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Tanti alberghi (nuovi) dietro l'angolo
Claudio Bozza
Corriere Fiorentino 26/1/2014

Cos il recupero dei palazzi vuoti nel regolamento urbanistico che Renzi varer domani

Via libera al Regolamento urbanistico e alla riprova dei volumi zero. Domani la giunta di Palazzo Vecchio approver il documento chiave del primo mandato di Matteo Renzi e che disegner sviluppo e futuro urbanistico della Firenze dei prossimi venti anni. Il piano, almeno come pi volte annunciato dal sindaco, non preveder un mattone in pi rispetto ad oggi, mentre nei prossimi cinque anni potranno essere trasformati immobili (pubblici e privati) per una superficie di circa 450 mila metri quadrati (un'area grande quasi due volte l'ex area Fiat di Novoli), tra recuperi e cambi di destinazione.
Proprio grazie al cambio di destinazione, molti immobili dovrebbero rinascere. Il Regolamento urbanistico prevede infatti che numerosi edifici, anche per rispondere alla crescente domanda di posti letto in citt, possano essere trasformati in hotel Stiamo parlando, ad esempio, dell'ex Telecom di via Masaccio, struttura abbandonata da anni e causa di degrado nel quartiere; dell'ex collegio alla Querce, prestigioso palazzo nella zona delle Cure Alte, oggi occupato dal Movimento di lotta per la casa, e che i proprietari sperano di far rinascere; infine, oltre a molti altri casi, rimane la stazione di Santa Maria Novella. Se nei casi dell'ex Telecom e dell'ex collegio nasceranno alberghi di buon livello, al primo piano del gioiello progettato da Michelucci, Grandi Stazioni realizzer un hotel low cost, puntando al mercato dei numerosi giovani (turisti e studenti) che arrivano in citt, offrendo un alloggio direttamente all'interno della stazione.
Altra novit riguarda il cosiddetto Palazzo del sonno di via Lavagnini, dove una volta c'erano gli uffici delle Ferrovie dello Stato. All'interno del maxi immobile, di propriet di Deutsche Bank, dovrebbero nascere residenze private, uno studentato ed uffici. Altri hotel sono infine previsti all'esterno dell'area Unesco.
Nell'ex Gover di via Pistoiese, altra area abbandonata e negli anni anche rifugio di rom e senzatetto, nasceranno abitazioni private, case popolari e piccoli spazi commerciali.
Le oltre 200 pagine con tutti i dettagli del nuovo Regolamento restano per blindate nel cassetto del sindaco, fino all'approvazione da parte della giunta. Poi il documento passer al vaglio del Consiglio comunale, che dovr adottarlo entro la fine del mandato. Da settimane, per, imprenditori e proprietari di piccoli immobili sono col fiato sospeso, in attesa di capire se le proposte (tecnicamente osservazioni) avanzate a Palazzo Vecchio sono state accolte o meno. Il valore degli immobili e gli investimenti previsti dipenderanno infatti dalle risposte del Comune, che determineranno il futuro di mercati, edilizio e immobiliare, da tempo fermi al palo. Da questa maxi partita urbanistica rimane per esclusa l'area di Castello, la cui nuova propriet (Unipol) ha avviato una discussione con Renzi per ridefinire s il futuro di quell'area, ma con volumi ribassati dopo il disastro del piano Fondiaria.



news

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

16-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 agosto 2019

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news