LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Preistoria, in coda anche i giapponesi. Lapertura straordinaria dellinsediamento di Nola distrutto 3600 anni fa da uneruzione del Vesuvio
Carmen Fusco
Il Mattino, 11 aprile 2005

Nola. Due ore dopo l'apertura i depliant illustrativi erano gi finiti. I quattrocento opuscoli fatti stampare in occasione dell'eccezionale evento dai volontari di Meridies non sono bastati neppure a soddisfare i primi visitatori che, nel corso della giornata, sono diventati migliaia. L'apertura straordinaria del villaggio dell'Et del Bronzo ha superato ogni ottimistica previsione. Alla fine della giornata gli operatori culturali hanno contato pi di 2000 ospiti: insomma un'affluenza record, nonostante la pioggia. Quando praticamente mancavano pochi minuti alla chiusura anche arrivato un inatteso gruppo di giapponesi. Pur di ammirare gli straordinari reperti la gente ha fatto pazientemente la fila con gli ombrelli aperti. D'altra parte l'occasione era di quelle destinate a non ripetersi, almeno per il momento. I cancelli del villaggio di Croce del Papa, chiusi ieri sera alle 18 dopo essere stati aperti per tutta la giornata, potrebbero spalancarsi definitivamente non prima di cinque mesi. I giovani volontari di Meridies, l'associazione che ha organizzato l'evento in collaborazione con la sovrintendenza archeologica di Napoli e provincia e con il Comune di Nola, ieri sera erano sfiniti. Ore ed ore a parlare delle strutture delle capanne ed a spiegare nei dettagli gli elementi e le caratteristiche dello straordinario ritrovamento del maggio 2001. Ma ne valsa la pena. La gente andata via strabiliata. Questa - ha detto Rosa Manganelli, una docente - la testimonianza del prestigio e della ricchezza del nostro patrimonio culturale. Peccato che il villaggio resti per il momento un privilegio di pochi. A farle eco Alessandra Riva, studentessa universitaria: Non avevo mai visto una cosa simile, neanche sui libri di testo. Speriamo che quanto prima il sito diventi fruibile a tutti. Appena possibile andr al museo archeologico di Nola, dove sono custoditi i reperti ritrovati durante lo scavo. A tirare le somme di una domenica dedicata alla promozione dell'insediamento della preistoria Angelo Amato De Serpis: Il record di presenze rappresenta l'ennesima testimonianza dell'importanza del villaggio della preistoria e delle sue potenzialit turistiche ed economiche. Insomma un'occasione di sviluppo e di riscatto per la nostra citt e per tutto l'hinterland. Nessuno andato via deluso, la gente rimasta praticamente a bocca aperta. per questo che, nell'attesa del definitivo rilancio dell'area, speriamo di ripetere l'iniziativa quanto prima. Il nostro obiettivo quello di aprire il villaggio a cadenza regolare.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news