LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Per visitare l'area archeologica non si dovrà più uscire all'esterno
LA SICILIA Sabato 25 Gennaio 2014 Agrigento




Per la prossima estate il sistema di accessi e di visite alla Valle dei templi di Agrigento dovrebbe subire quasi una rivoluzione, con Museo e tutta la zona archeologica, a partire dal quartiere ellenistico-romano, che non avranno più soluzioni di continuità, potendosui accedere ormai da ogni singolo accesso ad ogni angolo dell'intera Valle.
Il direttore dell'Ente Parco ARCHEOLOGICo e paesaggistico Giuseppe Parello usa il condizionale quasi per scaramanzia, ma sul rispetto delle scadenze che si è dato ci conta moltissimo ed è certo che può farcela.
Due sono gli elementi che gli consentiranno di migliorare la situazione logistica della zona archeologica: la disponibilità dell'ex scuola rurale di fronte il Museo ARCHEOLOGICo, ormai del tutto ristrutturata e restituita al suo aspetto inizale, e la passerella che dovrà consentire l'attraversamento dell'ex statale 118 nella zona di Porta Aurea.
I lavori alla ex scuola sono stati, dicevamo, ormai completati: manca solo la realizzazione della vasca per lo smaltimento dei reflui e potrà essere consegnata. Il Genio civile ha già scritto al Demanio regionale per sapere a chi dovrà essere effettuata tale consegna, ma è certo che il destinatario finale è l'Ente Parco ARCHEOLOGICo.
Per la passerella ormai siamo in dirittura di arrivo: tra poco sarà individuata l'impresa che dovrà realizzarla e montarla, ma si tratta di lavori che dovrebbero esaurirsi in poco tempo.
«Per la fine di maggio - afferma Parello - dovremmo farcela, se non ci saranno contrattempi. Il condizionale è d'obbligo, ma spero di farcela. Appena l'ex scuola rurale ci verrà consegnata cureremo la sistemazione esterna e daremo il via al progetto di allestimento all'interno di questi nuovi locali».
- Qual'è il progetto complessivo?
«Elimineremo la biglietteria di Ercole, che con la presenza della passerella non avrà più senso, per realizzare un nuovo accesso dalla ex scuola rurale dove sarà aperta una biglietteria. Quest'ultima sarà utilizzata come "visitor center", cioé un centro di accoglienza per i turisti i quali riceveranno informazioni utili per la successiva visita alla Valle. Ci sarà un tavolo digitale, dei pannelli, una mappa tattile per i disabili, insomma una serie di attrezzature tecnologicamente all'avanguardia per agevolare la visita successiva. Peraltro l'immobile sarà anche il contenitore per la realizzazione di un progetto che stiamo portando avanti con l'università di Palermo e con alcuni istituti culturali tunisini e che riguardano lo scambio culturale di siti caratteristici dell'archeologia punica, ellenistica e romana».
Insomma alla zona archeologica si potrà accedere da Porta Quinta, da Giunone e, tra qualche mese, dalla ex scuola rurale, con al possibilità in tutti e tre i casi di poter sfruttare in pieno, soprattutto per le autovetture dei turisti, anche le aree di sosta che si trovano nelle adiacenze di tutti e tre i siti, il che significa anche la posasibilità di fornire ai visitatori adeguati servizi di carattere logistico
Salvatore Fucà


25/01/2014



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news