LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Processo a Gibellina
Paola Nicita - Mario La Ferla - Achille Bonito Oliva
La Repubblica, ed. Palermo 08/04/2005

PROCESSO a GIBELLINA

IL LIBRO
Quaranta anni fa Gibellina croll sotto le sue macerie sepolta dal sisma. La sua ricostruzione che un esempio unico al mondo di progetto di citt realizzato per una citt che esisteva solo nel ricordo di chi l'aveva abitata Gibellina oggi sventola la bandiera dell'arte e della architettura ma ha anche conosciuto accese diatribe. Il caso Gibellina ora al centro del libro "Te la do io Brasilia-La ricostruzione incompiuta di Gibellina"di Mario La Feria (ed. Stampa Alternativa).

LA POLEMICA
Torna dunque la polemica: progetto di valore sociale, culturale e politico al di l della sua effettiva realizzazione o utopia mancata? Ludovico Corrao, l'ispiratore della Nuova Gibellina di cui stato sindaco per 25 anni, non si esprime: "Lascio ad altri le analisi, fare polemica con il passato limiterebbe la mia fantasia". Ma cosa ha significato l'avventura innovativa di questo angolo di Sicilia? Ecco i pareri di Mario La Feria e di Achille Bonito Oliva.


L'accusa di Mario La Ferla, giornalista e autore di "Te la do io Brasilia. Solo un sogno nel deserto gli abitanti sono a disagio"

Gibellina? Un sogno nel deserto".
Mario La Ferla non ha dubbi: l'esperienza della citt-utopia non si rivelata abbastanza forte. E lo straordinario dell'arte e dell'architettura perdono nello scontro con la quotidianit che reclama funzionalit ancor prima che bellezza. La Ferla, giornali sta con trent'anni di inchieste pei "l'Espresso" alle spalle, si avventura nella storia di Gibellina e ne racconta fatti, personaggi, risvolti politici. Il risultato un libro che dipana quarant'anni di vicende siciliane e non fa sconti a nessuno.

La Ferla, il primo capitolo del libro una dichiarazione programmatica: "Belice, dalla tragedia alla beffa".
sotto gli occhi di tutti che queste opere, sul cui valore ovviamente non si discute, siano adesso in condizioni di abbandono, e Gibellina appaia come una citt fantasma dove gli abitanti dichiarano di non trovarsi a proprio agio. Si preferita l'arte ai servizi di pubblica utilit.

La chiesa di Ludovico Quadroni e il Meeting-bar di Consagra dovevano essere per tutti, ma allora cosa non ha funzionato?

La realizzazione delle opere non andata bene. La chiesa crollata ancor prima di essere inaugurata, la struttura di Consagra avrebbe bisogno di manutenzione come altre opere. Si pensato molto alle idee e forse troppo poco alla fattibilit, alle persone.

L'idea era di ricostruire una citt offrendo una possibilit diversa.

Non metto in dubbio che i propositi fossero positivi e di spessore culturale. E per la Sicilia l'arte rappresentava un'occasione preziosa per essere conosciuta. Ma il risultato finale terrorizza e stupisce.

Per Gibellina c'era anche un progetto di Bruno Zevi e Danilo Dolci.

S, ma non venne mai preso in considerazione.Zevi e Dolci vi avevano lavorato a lungo, incontrando e discutendo con la gente del posto.

Eppure a sostenere questa utopia c'erano personaggi come Guttuso e Sciascia. Gibellina ha ospitato le avanguardie della creativit internazionale nei settori del teatro, danza, musica e arti visive.

innegabile che la citt sia un progetto molto noto, conosciuto in particolare all'estero. Ma una citt, ad esempio, che deve fare i conti con il problema dell'emigrazione: sono ancora tanti i giovani che vanno via, che nutrono un sentimento di disagio. una citt fantasma: con un investimento che raggiunge all'incirca i ventimila miliardi di lire, credo si sarebbe potuto fare molto di pi.

La difesa di Achille Bonito Oliva, teorizzatore della Transavanguardia: "Un progetto profetico una ricostruzione reale"

GIBELLINA?
Un progetto culturale molto importante, profetico. Ha anticipato l'atteggiamento della politica che utilizza l'arte come collante sociale.
Achille Bonito Oliva, critico d'arte, docente e teorizzatore di una delle maggiori correnti pittoriche contemporanee, la Transavanguardia, responsabile del settore arti visive per la Fondazione Orestiadi, usale parole delle grandi occasioni per parlare del progetto Gibellina. E si schiera assolutamente a favore del sogno, individuandolo come motore insostituibile della crescita umana.

La riqualificazione di Gibellina attraverso l'arte un fatto epocale?

la prova che l'arte agisce realmente sul tessuto, urbanistico e sociale. Qui avvenuta una ricostruzione reale, non metaforica.

Quali sono stati i passaggi determinanti per questa scommessa giocata in nome dell'arte?

Tutti gli artisti che hanno contribuito al progetto hanno lasciato un segno importante e indelebile, penso a Mendini, alla Accardi, a Burri. Il "Cretto" che ingloba la morte e la vita, ricoprendo le rovine della citt distrutta dal terremoto un vero colpo di genio.

Come avvenuto il dialogo tra azione e astrazione teorica?

Se pensiamo al passato, esistono altre citt realizzate su un progetto, come Pienza costruita per volere di Piccolomini, in poco tempo e sotto il segno dell'arte.

Allora l'utopia ha retto al passaggio nella realt?

L'utopia appartiene alla mia cultura, l'utopia non ingenua ma generosa. E merita rispetto, recupero in questa crisi totale.

Uno dei problemi dell'arte contemporanea la manutenzione, che anche il problema delle opere di Gibellina. Lei cosa suggerisce?

Guardi, a Napoli ho appena consigliato al Comune la creazione di una struttura dedicata proprio al restauro. Sarebbe possibile realizzarla anche in Sicilia: si potrebbero creare nuove professionalit che si occupino di restauro e di visite guidate alla citt.

E cosa direbbe agli abitanti che dopo quasi quarant'anni dicono di non sentirsi a proprio agio a Gibellina Nuova?

Certo, un problema. Ma il nuovo fa fatica a penetrare, a essere accettato. Magari si poteva fare un lavoro intorno al progetto, per comunicarlo agli abitanti.

E i suoi progetti a Gibellina?
Tra qualche giorno saremo in Pakistan per presentare un lavoro del gruppo Stalker. un modo per far conoscere questa realte interloquire con altri Paesi attraverso la cultura.
p. n.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news