LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rinaldi: "Un'opera da luna park al Valentino? Scelta infelice per un'area delicata"
di MARINA PAGLIERI
LA REPUBBLICA (04 gennaio 2014)



Il soprintendente frena "Per ora non esiste neppure un progetto, ma ho forti dubbi su un'opera di tale impatto"



RUOTA panoramica sì o no? Si complica la questione dello "spettacolo viaggiante" che, come quella di Place de la Concorde a Parigi, si vorrebbe inserire nella cornice del Valentino, a fianco di Torino Esposizioni, tra il Giardino Roccioso e il monumento al Duca d'Aosta. Un'attrazione per i turisti anche in vista dell'Expo 2015, prevista ora per tre anni, già approvata in linea di massima dalla giunta comuna-le, in attesa del pronunciamento degli enti competenti. La "Ruota" - che avrebbe già trovato i costruttori e finanziatori, la ditta Wheels of Excellence con l'Agis e Massimo Pittaluga - non ha ottenuto però finora il parere favorevole, senza il quale non si può procedere, del soprintendente ai Beni architettonici Luca Rinaldi. Chespiega a Repubblica i motivi del suo dissenso.

Architetto Rinaldi, perché non concede l'autorizzazione?
"Non esiste autorizzazione perché non esiste il progetto. Mi è stato solo sottoposto lo scorso aprile uno schizzo per la possibile collocazione di uno "spettacolo viaggiante" dietro il monumento al Duca d'Aosta. Una collocazione molto infelice, rispetto anche alla prima ipotesi di realizzarla davanti all'Istituto di Fisica, lungo corso Massimo d'Azeglio, perché lo spazio tra il monumento e il Giardino Roccioso è assai limitato, in diretto rapporto inoltre con il Borgo Medievale. Ma non si deve considerare solo la ruota panoramica, alta almeno 60 metri, pari ad un palazzo di venti piani: ci sono le strutture connesse, recinzioni, chioschi, biglietterie, servizi, percorsi pedonali e carrabili, che non possono essere realizzate senza una pesante alterazione dei luoghi. In ogni modo, aspetto che arrivi sul mio tavolo la richiesta per esprimere un parere. Rimangono le "forti per-plessità" da me già espresse un anno e mezzo fa al Comune".

Può essere rilevante il fatto che la ruota rimanga tre anni, invece dei nove previsti in precedenza?
"Assolutamente no. Si tratta di valutare se la realizzazione della ruota panoramica è compatibile con la corretta tutela e valorizzazione di uno dei più prestigiosi parchi urbani storici d'Italia. Da noi non c'è niente di più definitivo che un allestimento temporaneo. Se la Soprintendenza infatti dichiara la compatibilità della struttura, nulla vieta che alla scadenza il permesso possa essere reiterato all'infinito".

L'Expo 2015 potrà portare a un accordo tra le parti?
"Se si vuole sfruttare l'occasione dell'Expo mi aspetto che la richiesta del Comune sia limitata alla sola durata dell'evento".

La Direzione regionale però ha già dato l'assenso, non è così?
"Sì, l'ho letto sui giornali. Lo intendo come un generico auspicio, assolutamente condivisibile, affinché si trovi una soluzione. Sulle competenze si fa molta confusione. La Direzione regionale guidata dal dottor Turetta ha compiti d'altronde di coordinamento e controllo, non di esprimere il parere tecnico-scientifico sui progetti. Se permanessero pareri discordanti, la sede idonea di discussione è il Ministero, dal ministro Bray ai Comitati tecnico scientifici e alle Direzioni generali competenti, a cui ci si riserva di trasmettere gli atti. Teniamo conto che non si conoscono in Italia casi di simili strutture erette in aree così fragili dal punto di vista monumentale e paesaggistico, né esistono possibili paragoni in altre città europee"".

Ci sono alternative per una diversa collocazione a Torino?
"Sono in stretti rapporti con il Comune e so che ci sono sul tappeto altre ipotesi. La città che investe in cultura, sempre rilanciata dal sindaco Fassino, deve interrogarsi sulla sostenibilità culturale di queste ipotesi, in un luogo assunto dalla città a suo simbolo, accanto alla Mole".



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news