LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Terruzzi paga un annuncio E' tutta colpa del Casin
la Nuova Venezia, 07/04/2005

Rassegnata a perdere Palazzo Grassi ma non l'onore, la famiglia Terruzzi ha scelto le pagine di Repubblica e le righe di un insolito comunicato a pagamento per far sapere a circa 650 mila italiani la sua verit sulla vicenda dell'acquisto mancato del gioiello Fiat. Una presa di posizione decisa alla quale il Casin non ha replicato che la dice lunga sul trattamento riservato all'industriale ligure, arrivato in laguna come un re magio carico di quattrini, quadri ed entusiasmo, ed estromesso dall'accordo con il Casin proprio quando l'accordo sembrava ormai fatto.
Terrazzi, che ha rinunciato alla partita con profonda amarezza, ci ha pensato sopra due giorni e poi si comprato uno spazio sul quotidiano Repubblica per spiegare a chi avesse seguito la vicenda come sono andate le cose.
Diciannove righe secche, in cui la famiglia contesta ogni dichiarazione del Casin e ribadisce che la trattativa stata interrotta dal Casin unilateralmente, con una fax del 24 marzo, attribuendo alla famiglia Terruzzi, nonostante nulla fosse mutato, improvvise ed inesistenti "posizioni inaccettabili" quando invece la famiglia Terruzzi era pienamente disponibile a portare a termine la trattativa.
Come dire, insomma, che gli italiani sappiano. O almeno gli italiani che leggono Repubblica.
Se andata cos per Terruzzi, dovrebbe andare meglio per l'imprenditore francese Pinault, con il quale la trattativa sarebbe ormai quasi conclusa, anche se all'orizzonte sono spuntati altri due soggetti uno italiano e uno straniero interessati a entrare a Palazzo Grassi.
Sull'acquisto del 51 per cento della struttura espositiva, intanto, non si placano le polemiche. Lo stesso assessore al Bilancio Giampaolo Sprecati, l'altro giorno, ha messo un freno pesante. Ritengo che ogni ulteriore decisione debba quantomeno essere esposta al nuovo governo della citt per ottenere un giudizio dirimente. Questo se si vuole agire con correttezza.
E invece sembra che il sindaco Paolo Costa abbia una gran fretta di chiudere la vicenda prima della scadenza del suo mandato, tra due settimane. Ma i giorni volano e la vicenda Palazzo Grassi, incominciata a gennaio sotto il fuoco incrociato delle polemiche, non sembra pi avere i tempi tecnici per essere conclusa prima dell'uscita di Costa da Ca' Farsetti.
Per domani, infatti, convocato il Consiglio di amministrazione del Casin che dovr vagliare lo stato di avanzamento della trattativa con Pinault. Un Consiglio di amministrazione che prelude a una convocazione dell'assemblea dei soci per la ratifica dell'accordo.
E dunque l'ultima parola su Palazzo Grassi verrebbe scritta tra un'amministrazione e l'altra. Come fa notare il consigliere comunale dei Ds Giovanni Frezza, non si prendono decisioni e impegni straordinari in un periodo di "urna calda". Frezza sottolinea inoltre il tergiversare e procrastinare nuovi scenari di propriet con possibilit non remota di rimanere con il cerino in mano a scapito dei cittadini, unici proprietari del Casin.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news