LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sindacati contro ambientalisti le Eolie alla guerra della pomice
Luigi Barrica
la Repubblica, 07/04/2005

La questione pomice, nelle Eolie, non per nulla risolta. Anzi, mari mano che passano i giorni si concretizza sempre pi l'ipotesi che quelle miniere, dalle quali dal 1893 viene estratta la pietrapomice, dovranno essere chiuse per sempre. E non solo perch l'Unesco per mantenere l'arcipelago nell'elenco dei siti "sotto tutela" aveva posto la condizione che l'attivit estrattiva della pomice deve cessare entro il 2004, quanto per il fatto che il materiale di risulta, stante le relazioni e le motivazioni depositate alla Regione siciliana, fin dal 1980 inquinerebbe il mare. Tant' che da quella data assolutamente vietato depositare pomice lungo le spiagge eoliane a tal punto che le famosespiagge bianche di Lipari, non esistono pi. Il fatto che quelle polveri di pomice causerebbero patologie gravi come la silicosi. Motivazioni, queste ultime, tirate fuori proprio da associazioni ambientaliste, che pressano affinch le cave siano chiuse per legge. Ulteriori argomenti propagandistici tirati fuori dicono sindacati e operai da parte di quanti vogliono massacrare ed affossare definitivamente l'economia di queste isole. Del resto
chiariscono alla Pumex, una delle due aziende eoliane che provvede alla escavazione, lavorazione ed esportazione della pomice il prodotto non inquina l'acqua marina, indiscutibilmente certificato dalle analisi effettuate in pi anni da vari istituti. La relativa documentazione stata spedita alla Regione che non ha mai ritenuto opportuno rimuovere quel divieto assurdo. Per quanto riguarda poi i danni alla salute proseguono alla Pumex i nostri minatori sono ben attrezzati con maschere e filtri. Non abbiamo mai ricevuto nessuna conte
stazione sindacale. Prova questa che ogni cosa va bene, siamo perfettamente in regola. Certo, come si fa a garantire l'incolumit di isolani e turisti? Ma la preoccupazione per tutti sarebbe identica con le cave chiuse dal momento che di pomice libera al vento, Lipari ne coperta per almeno un terzo.
Di fatto sono a rischio circa duecento posti di lavoro tra attivit diretta e indotto. L'ente minerario, infatti, non ha concesso n a Pumex n ad Italpomice, il rinnovo di permesso di escavazione cessato il 31 marzo scorso. L'altro ieri alla prefettura di Messina, nell'incontro tra l'assessore regionale Antonio D'Aquino, il prefetto sindacati e industriali, stata accolta la richiesta di sospensione momentanea di quel diniego. Ma altrettanto vero che si protrae l'agonia non certo la guarigione. Anche perch dicono a chiare lettere i sindacati i politici non sanno assolutamente come affrontare la faccenda. Non vogliono perdere l'appoggio di ambientalisti o pseudo tali, ma nessuno di loro si sente di mandare a casa centinaia di padri di famiglia. Quindi dicono i responsabili di Ds e Margherita eoliani bisogna percorrere un'altra strada. Chiedere all'Unesco di mantenere le Eolie tra i siti considerati patrimonio dell'umanit almeno per altri quattro anni e nel frattempo presentare e completare un piano di riconversione aziendale, cos come da anni domandiamo inutilmente per esempio al sindaco di Lipari Mariano Bruno. Anche Legambiente, contraria alla riapertura delle cave, insiste per la riconversione. Argomenti di discussione che verranno approfonditi mercoled prossimo a Palermo nel corso di un'ulteriore riunione convocata fra le parti dallo stesso assessore D'Aquino. Incontro al quale hanno gi chiesto di partecipare anche esponenti dell'Unesco.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news