LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

(Bologna) Alla conquista dell'Europa ma con...arte
Luciana Cavina
il Resto dei Carlino – Cronaca Bologna





L'impegno del presidente Sassoli è quello di trasformare la Galleria in uno dei primi musei contemporanei del Vecchio Continente per qualità e prestigio. Meno mostre antologiche e più eventi legati a nuove modalità espressive

Più che una galleria, un museo di arte contemporanea, possibilmente di respiro europeo, che troverà la massima espressione nella nuova sede dell'ex Forno del Pane, integrata nella cittadella della Manifattura delle arti. Inaugurazione probabile, a gennaio 2007. È questa l'eredità che spetta a Gianfranco Maraniello, classe 1971, il nuovo direttore della Gam, presentato ufficialmente ieri dal sindaco Sergio Cofferati, dall'assessore alla cultura Angelo Guglielmi e dal presidente del cda Lorenzo Sassoli de' Bianchi. Il giovane ex curatore del Macro di Roma, succede quindi a Peter Weiermair, ma, anziché percorrere la strada della continuità, si lascia volentieri indicare come una sorta di simbolo della «svolta». Il trasferimento della Gam da Piazza Costituzione a quello che verrà riconosciuto come polo culturale cittadino, effettivamente, una svolta, la impone.
Maraniello, che sarà affiancato da un comitato artistico dalla composizione ancora da definire, è quindi chiamato a guidare, secondo le parole di Guglielmi «la nuova Gam: non solo uno spazio
per mostre provvisorie ma un vero e proprio museo con esposizioni permanenti, votato al contemporaneo e alla ricerca». Sì quindi alle grandi mostre, ma, precisa l'assessore, «non antologiche o di ricapitolazione storica, ma di proposta e ricognizione di nuove modalità espressive». «La specializzazione sull'arte contemporanea— ribadisce Sassoli de' Bianchi— è richiesta anche dallo regolamento comunale che istituisce la Gam, e noi la scegliamo come linea culturale, che sappia inoltre superare le logiche di mercato, senza cercare a tutti i costi il consenso del pubblico». L'obiettivo, insomma, sintetizza il presidente è quello di realizzare un museo, «che sia tra i primi in Europa per qualità, innovazione delle proposte, prestigio scientifico e notorietà». All'interno di questo spazio, però, anche per ragioni di omogeneità della proposta complessiva, non troveranno posto il Museo Morandi che resterà quindi a Palazzo D'Accursio, e la collezione di opere dell'800 in dotazione alla Gam, che, probabilmente, raggiungeranno le Collezioni Comunali, anch'esse collocate nelle sale di Piazza Maggiore.
Per il Museo Morandi, ad ogni modo, fanno sapere i dirigenti, esiste un piano di valorizzazione costruito su una serie di iniziative collaterali, ma pur sempre disgiunto dalla Gam, ovvero ex Forno del Pane. A proposito di Gam, dunque, la neo-gestione capeggiata da Maraniello dovrà seguire cinque linee guida già dettate dal cda: attività espositive significative per temi culturali e di ricerca il più possibile inediti; potenziamento dell' attività didattica; acquisizione e valorizzazione di una collezione permanente di arte contemporanea; imponente strategia di comunicazione. «Per costruire la collezione —anticipa Maraniello— stiamo valutando diversi percorsi, tra cui la collaborazione con la fondazione Sandretto Re Rebaudengo, in particolare per il materiale fotografico, e la sinergia con l'associazione Acacia, che riunisce diversi collezionisti privati. Ma è solo una piccola parte delle varie collaborazioni che, in generale, metteremo in atto fra attività museali emiliane, italiane, europee ed internazionali. C'è anche in vista pure l’accordo con una casa editri-ce per la realizzazione di un bookshop». Infine, visto che la dimensione della Gam dovrà essere almeno europea, il nuovo direttore è chiamato a consolidare sinergie tra i prossimi vicini: Manifattura delle Arti, Cineteca e Dams. Il tutto per fare parte, rivela Guglielmi di «un polo di produzione artistica e audiovisiva unica in Italia». Ma, prima del trasloco in via Don Minzoni, cosa ne sarà della "vecchia" Gam? Dal 18 maggio, è in previsione la mostra Bologna contemporanea, sulle creatività espresse dal territorio, curata da Peter Weirermar, «segno —dicono i nuovi dirigenti— della stima e della riconoscenza che gli dobbiamo». Ma assicurano tutti sarà solo uno dei tanti appuntamenti, che si susseguiranno da qui al 2007.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news