LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I francesi del lusso puntano su Palazzo Grassi
Marisa Fumagalli
04-APR-2005 CORRIERE DELLA SERA



Venezia, Terruzzi annulla l'accordo per l'acquisto: potrebbe subentrare il gruppo Pinault-Printemps

VENEZIA Tranquilli, la soluzione per Palazzo Grassi ci sar. Rispetter gli impegni presi e la partita sar chiusa, prima dell'insediamento a Ca' Farsetti del nuovo governo della citt. E' lapidario Paolo Costa, sindaco uscente di Venezia. Pur infastidito dalle polemiche dell'ultima ora che, a urne aperte, finiscono con rilievo sui quotidiani locali non si smuove dalle sue granitiche certezze. Non pu negare, tuttavia, che il gioiello della Serenissima il cui appe-al si era misurato con mostre spettacolari prese d'assalto da milioni di visitatori negli anni d'oro della gestione Fiat, gi proprietaria dello storico edificio affacciato sul Canal Grande, non ancora passato di mano a un nuovo padrone. N ad Angelo Terruzzi, re del nichel (con la sua collezione dei quadri del Settecento), che, dubbio su dubbio, ha mandato all'aria, in ex-tremis, il contratto preliminare, per non essersi accordato sui costi di gestione del Palazzo. N ad altri acquirenti interessati. Risultato? Il Casin di Venezia (in pratica, il municipio che ne detiene la propriet) rischia di restare con il cerino acceso. Rischia cio di saltare quell'operazione, fortemente voluta da Paolo Costa, che possiamo sintetizzare cos: il Casin/Comune acquista Palazzo Grassi (poich voleva dismetterlo per recuperare liquidit, Umberto Agnelli mi chiese di dargli una mano). con l'intenzione di cederlo a terzi, assicurandosi che venga rispettato l'uso dell'immobile come bene culturale. Mi premeva tenere alto il marchio espositivo Palazzo Grassi, che ha un forte valore mondiale, osserva il sindaco. Trenta milioni di euro tale il costo della compravendita certo, non sono bruscolini.
E le critiche contro di lui sono piovute da destra a manca. Tra gli impallinatori, guarda caso c'era anche Massime Cacciari, che alcuni mesi dopo sarebbe entrato ir scena a squassare il gi sconquassato centrosinistra veneziano, con 1e sua candidatura a prime cittadino, in contrapposizione al pm Felice Casson.
Le acque si sono agitate in Laguna, poich oggi si riunisce l'assemblea dei soci del Casin di Venezia, per perfezionare l'acquisto dell'immobile. Ma il piano era che i quattrini per pagare la Fiat doveva sborsarli An-
gelo Terruzzi, che ne sarebbe divenuto l'effettivo proprietario. Invece, nulla di fatto. A quanto si sa, al re del nichel in ritirata, potrebbe subentrare il Gruppo Pi-nult-Printemps-Redou-te, che detiene marchi come Gucci e Yves Saint Laurent. I francesi, oltre ad acquistare Palazzo Grassi, avrebbero chiesto l'affitto per 60 anni dell'attiguo teatrino, per esporvi una parte della loro collezione artistica, e trasformarlo in uno show room in riva al Canai Grande.
Qualcuno fa notare che, mentre Terruzzi avrebbe portato a Venezia opere del Canaletto e del Tiepolo, il tesoro di Pinault altra cosa: Andy Warhol, Rauschenberg, Basquiat... Il direttore del Louvre, Pierre Rosenberg, si dice sicuro che con l'arrivo del gruppo francese il futuro di Palazzo Grassi briller come il passato. E Paolo Costa, incrociando le dita, spera che tutto vada a buon fine. Ha un suo piano. Ripete: II nuovo sindaco non dovr darsi pensiero. Trover Palazzo Grassi venduto. I programmi culturali saranno attuati e gestiti, anche finanziariamente, dalla nuova Propriet. Qualunque essa sia.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news