LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Polo critico Burocrazia, vincoli e troppe tasse cos va in crisi il Modello Torino
MARINA PAGLIERI
LA REPUBBLICA 21 novembre 2013 13 sez. TORINO




Troppa burocrazia, troppi vincoli, troppo fisco mettono a rischio l' efficacia del "Modello Torino" che unisce pubblico e privato nella gestione dei beni culturali. Il succo della denuncia questo, anche se Maurizio Cibrario, presidente della Consulta per la valorizzazione dei Beni artistici e culturali, usa toni pi diplomatici ed espressioni pi sfumate: Il modello Torino? Pu migliorare. Dal 1999 abbiamo investito sul Polo Realee alla fine del 2014, nel 2015 con il raddoppio della Sala Leonardo alla Biblioteca Reale, avremo un complesso di tutto riguardo. Eppure, permangono criticit. Nessun trionfalismo dunque, ieri, nell' introduzione del workshop che dal 2008 il pool di mecenati piemontesi organizza all' Unione Industriale, nell' ambito della XII Settimana della Cultura d' Impresa, indetta da Confindustria. Assente la "padrona di casa" Licia Mattioli, al suo posto al tavolo il direttore in via Fanti Giuseppe Gherzi, sono stati numerosi i relatori - tra professionisti e tecnici - che hanno affrontato luci e ombre del sistema culturale sotto la Mole. Al centro dunque quel "Modello Torino" elogiato dal sottosegretario ai beni culturali Ilaria Borletti Buitoni e dalla direttrice per la valorizzazione del Mibac Anna Maria Buzzi, entrambe in sala, e da Patrizia Asproni, presente nella duplice veste di presidente di Confcultura di Confindustria e della Fondazione Torino Musei, che ha affermato: Il mondo dell' arte, l' ho constatato anche di recente ad Artissima, guarda a questa citt come a un esempio di best practice. Dicono che quello che succede a Torino varr per il resto del paese: abbiamo in questo una responsabilit. Nei fatti, per, non tutto funziona: Tra le note dolenti ci sono gli aspetti fiscali. Mi sfugge la logica per cui, quando si fa un regalo allo Stato, bisogna pagarci le tasse - continua il presidente Cibrario - Dall' inizio delle attivit della Consulta, tra i 3 e i 4 milioni se ne sono andati in imposte. E poi, si dovrebbero alleggerire gli aspetti burocratici. Quelli per cui a Villa della Regina non si pu far pagare il biglietto ai visitatori, perch l' ex residenza non ha lo statuto di museo. Ancora, ci sono carenze di carattere formativo nel personale: Lancio l' idea di organizzare stage per studenti e volontari in vista dell' Expo 2015: non si pu pensare che i visitatori giunti magari dalla Cina si imbattano in operatori che non conoscono le lingue. Al direttore regionale per i beni culturali Mario Turetta il compito di riassumere il lungo iter che dal 2005 ha portato all' ormai prossimo decollo del Polo Reale: pi di 100 mila metri quadratia disposizione del pubblico (il Louvre ne misura 60 mila), tra i 5 musei e le aree verdi: Tra le note dolenti ci sono gli introiti dei biglietti, che dovrebbero aumentare. Spendiamo 1 milione e 200 mila euro per la gestione, il personale costa 6 milioni all' anno: per il nostro modello le risorse sono inadeguate. Un invito a compiere scelte risolutive arriva da Patrizia Asproni: I musei di Torino appartengono alla Citt, il Polo Reale allo Stato, il Castello di Rivoli alla Regione: possiamo andare avanti cos, senza unitariet di gestione? Abbattiamo le barriere burocratiche, sediamoci intorno a un tavolo per creare una rete di musei, fare sistema e lanciare un messaggio univoco, dare un' idea della citt che vogliamo proporre al pubblico, che sia anche un' idea di paese. La conclusione al presidente onorario Lodovico Passerin d' Entreves: I have a dream: che il Polo Reale diventi un progetto pilota per il Ministero dei beni culturali. Infine, il lancio di un nuovo progetto: la creazione di uno spazio green ed ecocompatibile nella parte bassa dei Giardini Reali - si chiamer "Giardino Forbito" - in cui presentare e vendere prodotti a Km 0. Per partire, occorre per la concessione del demanio, per ora non pervenuta. Ancora la burocrazia.




news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news