LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Inaugurato nella Reggia di Venaria il nuovo Centro del Restauro
Marco Bonatti
L'Osservatore romano, 2 aprile 2005

Una residenza reale trasformata in scuola e «bottega»

È quasi un contrappasso: nel luogo che forse più di ogni altro ha subito assalti e stravolgimenti nella struttura architettonica e nella destinazione, nasce ora un Centro del Restauro che si dedicherà a recuperare e ristabilire quelle opere d'arte che il passato ci ha consegnato e che le incurie delle vicende umane hanno messo a rischio di sparizione.
Il luogo è la Reggia di Venaria, il centro di restauro è quello inaugurato da pochi giorni e che va ad affiancarsi alle altre due grandi strutture specializzate italiane, il "Centro Nazionale Romano e l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze.
Ministero dei Beni culturali, Regione Piemonte, Università di Torino, Fondazione per l'Arte del San Paolo-Imi e Fondazione CRT hanno firmato il protocollo per la nascita di una struttura che sarà in grado di operare in tutte le discipline del restauro, dai dipinti alle sculture, dagli arredi lignei agli affreschi ai materiali lapidei. Il laboratorio sarà insieme «bottega» e scuola, perché al suo interno partiranno i corsi magistrali (quinquennali) di Restauratori-Conservatori, una novità assoluta nei percorsi didattici universitari italiani, che permette di adeguare gli standard a quelli europei, e di aprire nuove prospettive professionali in un settore di grande qualità.
Ma è la sede del Centro a proporre oggi tutto il proprio fascino: si tratta di 8.000 metri quadri, sui circa 70.000 edificati dell'intero complesso.
La Venaria Reale venne costruita dai Savoia nel XVII secolo, come residenza di caccia e luogo di feste, sul modello dei palazzi francesi, completando quella «corona di delizie» delle residenze sabaude che da Racconigi a Stupinigi, da Moncalieri a Rivoli e appunto fino a Venaria circonda la capitale piemontese.
Al fastoso complesso misero mano i maggiori architetti del Regno, da Benedetto Alfieri a Michelangelo Garove a Filippo Juvarra (l'autore della basilica di Superga, della chiesa del Cannine e del Palazzo Madama in Torino).
Poi l'edificio subì tutte le ingiurie dei tempi: occupato dai Francesi di Napoleone venne trasformato in caserma; il Regno d'Italia continuò ad usarlo come struttura militare, deposito, scuola di cavalleria... Seguì, nei decenni più recenti, il degrado toccato a tante opere per le quali non si trovavano mai i soldi o la «volontà politica» per avviare i restauri. Poi, con i consistenti contributi dell'Unione europea, delle istituzioni pubbliche e delle banche torinesi, si riuscì ad avviare un restauro complessivo che oggi è quasi completato. Un intervento che «vale», nel suo insieme, 200 milioni di euro, di cui 13 per il Centro per il restauro.
Gli architetti che hanno curato l'adeguamento e la sistemazione del Centro per il restauro hanno mantenuto e valorizzato le strutture originarie inserendo al loro interno il «nuovo»; l'Aula Magna, ad esempio, è stata ricavata al piano terreno delle scuderie disegnando un'ellisse modernissima che sta tutta dentro la struttura antica, senza toccarla.
I laboratori della Venaria avranno, oltre alla valenza accademica e ai compiti istituzionali di restauro, anche la caratteristica di essere aperti al «mercato»; diventare, cioè, un luogo di confronto e di scambio con quegli artigiani, restauratori, antiquali che sono impegnati a ridare valore al patrimonio artistico italiano e non solo. Tra i primi soggetti clic verranno «lavorati» nella scuola di Venaria vi è un «Redentore» di Andrea Del Sarto; in lista d'attesa anche, fra gli altri, una «Annunciazione con san Giovanni Battista e santa Caterina» attribuita a Bernardino Luini.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news