LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano vuole tutelare via Gluck ma Celentano non ci sta: tardi
ALESSIA GALLIONE
SABATO, 09 NOVEMBRE 2013 LA REPUBBLICA




DIVENTA un caso, la tutela della via Gluck, la strada- simbolo della vecchia Milano celebrata da Adriano Celentano nellomonina canzone. Per salvare quello che resta di quella via e di quel clima resi celebri dal Molleggiato, il Comune ha chiesto alla direzione regionale dei Beni culturali che venga messo un vincolo paesaggistico. Il progetto, secondo lamministrazione di centrosinistra guidata da Giuliano Pisapia, di salvaguardare una testimonianza reale della Milano operaia e popolare e insieme di rendere un omaggio a chi, quel mondo cancellato dal cemento, lo ha cantato.
Ma, a sorpresa, proprio il ragazzo della via Gluck a criticare la scelta e dire No, grazie. Pur comprendendo la motivazione affettiva nei miei confronti, non sono affatto daccordo che sia un
bene da tutelare come area di notevole interesse pubblico, dice. E attacca, puntando il dito contro lo scempio dellurbanizzazione selvaggia. Oggi, per il cantante non rimasto pi niente da salvare. Ormai, troppo tardi: Lo si poteva dire una volta quando la via Gluck era davvero un bene da tutelare come quasi tutta Milano lo era, per non dire lItalia intera. Ma oggi no. Oggi la via Gluck una delle vie pi brutte dItalia.
Per la battaglia sulla tutela della via Gluck, nei mesi scorsi unassociazione di quartiere e Legambiente si erano mossi con una raccolta di firme. La petizione era stata pure rilanciata dal Molleggiato sul suo sito. Oggi Celentano si rivolge
proprio a loro: Ringrazio gli amici della Martesana e tutti coloro che si sono adoperati per dare lustro a via Gluck. La replica del Comune arriva attraverso la vicesindaco con delega allUrbanistica, Ada Lucia De Cesaris. stata lei che ha iniziato le pratiche per chiedere alla Sovrintendenza - cos come per altri quartieri storici della citt - il vincolo. Ed lei, che dice: Ci spiace che Celentano non abbia capito lobiettivo. Non vogliamo tutelare via Gluck come unarea di interesse pubblico, ma consentire che possa essere rinnovata e migliorata conservando, per, unidentit che ancora traspare in alcune parti della via. Siamo sempre disponibili a condividere con lui
e con tutti i cittadini che ci hanno chiesto questo intervento gli approfondimenti e le valutazioni che abbiamo fatto.
La casa che un tempo era in mezzo allerba ancora l, al numero 14 di una strada stretta e lunga, a due passi dalla massicciata della Stazione Centrale. Ma, certo, molto cambiato dagli anni Sessanta. Allorizzonte, i nuovi grattacieli che hanno ridisegnato lo skyline di Milano e l, una via anonima e multietnica, che fai quasi fatica a scovare. E poi, quella palazzina di tre piani, i muri scrostati, il ballatoio delle vecchie abitazioni di ringhiera milanesi. qui che cresciuto Celentano. In un cortile che sembra ancora una cartolina inviata da una Milano che non c pi, celebrata in quella ballata ambientalista diventata un simbolo. Ed sempre qui che il Consiglio di Zona vorrebbe anche mettere una targa con i versi della canzone presentata al Festival di Sanremo del 1966.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news