LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano vuole tutelare via Gluck ma Celentano non ci sta: tardi
ALESSIA GALLIONE
SABATO, 09 NOVEMBRE 2013 LA REPUBBLICA




DIVENTA un caso, la tutela della via Gluck, la strada- simbolo della vecchia Milano celebrata da Adriano Celentano nellomonina canzone. Per salvare quello che resta di quella via e di quel clima resi celebri dal Molleggiato, il Comune ha chiesto alla direzione regionale dei Beni culturali che venga messo un vincolo paesaggistico. Il progetto, secondo lamministrazione di centrosinistra guidata da Giuliano Pisapia, di salvaguardare una testimonianza reale della Milano operaia e popolare e insieme di rendere un omaggio a chi, quel mondo cancellato dal cemento, lo ha cantato.
Ma, a sorpresa, proprio il ragazzo della via Gluck a criticare la scelta e dire No, grazie. Pur comprendendo la motivazione affettiva nei miei confronti, non sono affatto daccordo che sia un
bene da tutelare come area di notevole interesse pubblico, dice. E attacca, puntando il dito contro lo scempio dellurbanizzazione selvaggia. Oggi, per il cantante non rimasto pi niente da salvare. Ormai, troppo tardi: Lo si poteva dire una volta quando la via Gluck era davvero un bene da tutelare come quasi tutta Milano lo era, per non dire lItalia intera. Ma oggi no. Oggi la via Gluck una delle vie pi brutte dItalia.
Per la battaglia sulla tutela della via Gluck, nei mesi scorsi unassociazione di quartiere e Legambiente si erano mossi con una raccolta di firme. La petizione era stata pure rilanciata dal Molleggiato sul suo sito. Oggi Celentano si rivolge
proprio a loro: Ringrazio gli amici della Martesana e tutti coloro che si sono adoperati per dare lustro a via Gluck. La replica del Comune arriva attraverso la vicesindaco con delega allUrbanistica, Ada Lucia De Cesaris. stata lei che ha iniziato le pratiche per chiedere alla Sovrintendenza - cos come per altri quartieri storici della citt - il vincolo. Ed lei, che dice: Ci spiace che Celentano non abbia capito lobiettivo. Non vogliamo tutelare via Gluck come unarea di interesse pubblico, ma consentire che possa essere rinnovata e migliorata conservando, per, unidentit che ancora traspare in alcune parti della via. Siamo sempre disponibili a condividere con lui
e con tutti i cittadini che ci hanno chiesto questo intervento gli approfondimenti e le valutazioni che abbiamo fatto.
La casa che un tempo era in mezzo allerba ancora l, al numero 14 di una strada stretta e lunga, a due passi dalla massicciata della Stazione Centrale. Ma, certo, molto cambiato dagli anni Sessanta. Allorizzonte, i nuovi grattacieli che hanno ridisegnato lo skyline di Milano e l, una via anonima e multietnica, che fai quasi fatica a scovare. E poi, quella palazzina di tre piani, i muri scrostati, il ballatoio delle vecchie abitazioni di ringhiera milanesi. qui che cresciuto Celentano. In un cortile che sembra ancora una cartolina inviata da una Milano che non c pi, celebrata in quella ballata ambientalista diventata un simbolo. Ed sempre qui che il Consiglio di Zona vorrebbe anche mettere una targa con i versi della canzone presentata al Festival di Sanremo del 1966.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news