LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ischia si candida: «Dateci il casinò sul mare»
Massimo Zivelli
Il Mattino, 3 aprile 2005

Ischia. Una casa da gioco per rilanciare e incrementare il turismo d’elite anche nei periodi di bassa stagione. Un vero e proprio casinò del mare dove i ricchi vacanzieri - che incrociano sulle rotte del medio e basso Tirreno - potranno fermarsi con yacht e navi da crociera, sull’isola che a giorni riapre, dopo decenni, il suo eliporto al traffico commerciale e che nel giro di un anno si doterà di nuovi e attrezzati scali per megayacht, come quello che sta per essere realizzato a Casamicciola Terme. È questa la proposta avanzata in questi giorni da Ischia e Procida che si candidano a diventare i nuovi paradisi per gli appassionati del tavolo verde e della roulette. Una proposta destinata, però, ad alimentare polemiche perché Capri contesta l’iniziativa di Ischia e Procida. L’iniziativa, avviata da una delibera adottata dal Comune d’Ischia nel novembre scorso, si è adesso allargata agli altri Municipi isolani che intravedono nella istituzione del casinò una ulteriore possibilità di incentivare le fasce di turismo medio-alte. Ecco, quindi, che gli amministratori isolani hanno inviato una lettera al ministero dell’Economia, chiedendo che venga realizzato a Ischia un casinò. Non è la prima volta che Ischia si candida a ospitare la sede di una nuova casa da gioco. La precedente richiesta venne scartata nel 2002 dai funzionari del ministero anche perché non adeguatamente supportata negli intenti da tutte le amministrazioni locali. «Questa volta sarà diverso, abbiamo voluto coinvolgere in questo nostro discorso anche gli amici della vicina Procida - rivela il sindaco d’Ischia Porto Giuseppe Brandi - perché tutti devono essere non solo partecipi di questa grande iniziativa, ma anche dei diretti benefici che la istituzione di un casinò apporterà all’economia delle isole». La crisi complessiva del turismo che investe anche una località come Ischia (l’isola da sola rappresenta il 30% del fatturato del settore vacanze in Campania) spinge dunque verso l’adozione di nuovi incentivi. Sul mercato nazionale e mondiale, l’offerta del tradizionale pacchetto terme più spiagge adatto a un turismo di massa, andrà ad integrarsi quindi con le nuove attrattive. «Si assiste in questi ultimi anni a una forte ripresa del turismo d’elite ad Ischia. Non c’è solo un’accresciuta presenza di vip, ma anche un trend positivo per le strutture ricettive e turistiche di lusso», fa notare Giancarlo Carriero, proprietario dello storico albergo della Regina Isabella. E se gli imprenditori del turismo sembrano essere ampiamente favorevoli a qualsiasi iniziativa - anche quella del casinò - che possa in qualche modo concorrere al rilancio del settore in un momento così delicato, non mancano però critiche e opposizioni alla proposta. L’idea di trasformare un angolo dell’isola in una Las Vegas in miniatura da sempre non piace agli ambientalisti che temono l’arrivo sull’isola di malavitosi e personaggi poco raccomandabili, spinti dal richiamo della casa da gioco. Anche sulla sede del casinò ci sono state polemiche: tempo fa venne proposta la Colombaia di Luchino Visconti, che attualmente ospita la scuola internazionale di cinema e teatro, e subito si levarono critiche. Fra le location attualmente più accreditate a ospitare la struttura, in pole position restano quelle che gravitano attorno all’area di Ischia Ponte, facilmente raggiungibili via mare.




news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news