LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quanta barbarie anche culturale
Paolo Matthiae
Il Messaggero 2/4/2005

Le opere del patrimonio culturale esistenti in ogni luogo del pianeta, appartenenti a qualunque periodo, sono patrimonio comune dell’umanità: è questo un dogma laico fondamentale e imprescindibile che l’Unesco ha propugnato ed affermato con vigore e che è ormai divenuto acquisizione universale, un principio accettato da tutti gli Stati aderenti all’Onu. Si dovrebbe aggiungere, anche se sembra un paradosso, che tutte le opere sono uguali, così come tutti gli uomini, sul piano della dignità e dei diritti, sono uguali tra loro. Questa seconda considerazione, ancora non compiutamente accettata, è non meno necessaria della prima, in quanto con essa si afferma l’intangibilità delle opere culturali, qualunque sia il contesto politico-culturale in cui esse, in determinati momenti dello sviluppo della storia, si trovino. Comunque, è fortunatamente crescente la consapevolezza, sia nel pubblico sia nei governi, che le opere del patrimonio culturale debbano essere rispettate, protette, restaurate e rese fruibili.
Se tutto ciò è indubbiamente vero e è motivo di qualche soddisfazione, la terribile crisi dell’Iraq ha mostrato e sta mostrando mese per mese e giorno per giorno tragicamente che, nelle guerre e nelle occupazioni, ancora ai nostri giorni le convenzioni e le dichiarazioni universali sancite dall’Unesco non vengono rispettate, non solo da guerriglieri e combattenti irregolari, ma neppure dalle truppe degli eserciti regolari, anche quando appartengono ad una delle grandi democrazie dell’Occidente. Per non ricordare che alcuni dei casi più drammatici, dopo l’inaudito saccheggio del Museo di Bagdad, la dislocazione di comandi delle truppe d’occupazione anglo-americane sul luogo dell’antica Kish da parte dei britannici e addirittura a Babilonia da parte degli americani è sembrata incredibilmente imprudente. Come se, nel 1945, un comando alleato si fosse allocato sul Palatino, da un lato, e nell’area archeologica di Ostia dall’altro. Le angosciate proteste di archeologi statunitensi e britannici sono rimaste inascoltate.
Oggi, questo impiego, per usare un eufemismo, disinvolto, ma si dovrebbe dire piuttosto cinico e oltraggioso, dei monumenti più celebri dell’Iraq per fini strategici, anche piuttosto banali, sta creando danni che divengono sempre più irreparabili. All’origine dell’ultimo e gravissimo di questi danneggiamenti sarebbe stato l’uso, da parte delle truppe americane per appostarvi tiratori scelti, addirittura dell’altissimo e famosissimo minareto elicoidale di Samarra, costruito nel IX secolo d.C. dal califfo al-Mutawakkil e oggi unico resto spettacolare, tranne lunghissimi tratti della cinta muraria, di una delle più rilevanti moschee abbassidi dell’Iraq. A seguito di ciò, la guerriglia irachena avrebbe colpito i settori più alti del celebre minareto, rovinando in maniera irreparabile la struttura di un monumento che, a torto o a ragione, è stato sempre considerato non solo un simbolo dell’Iraq, ma anche della continuità culturale tra l’antica Mesopotamia delle ziqqurat e l’Iraq medioevale delle moschee.
Oltre le infinite morti mietute senza pietà nella infelicissima popolazione dell’Iraq, quanti altri danni dovrà subire il patrimonio culturale di quella regione del pianeta dove sono sorte le prime città e i primi Stati della storia dell’umanità?




news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news