LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pannelli solari della discordia Il Tar contro la Soprintendenza
L'ARENA 27.10.2013




BARDOLINO. Un cittadino, Fausto Zeni, ha perorato la sua causa ottenendo una vittoria destinata a far discutere
Il Tribunale amministrativo dà ragione ad un privato al quale era stata negata l'installazione dell'impianto fotovoltaico


Incompatibilità paesaggistica e foltovaico. Una sentenza del Tar del Veneto apre le porte a nuovi scenari, alimentando, di fatto, la discussione su un tema in espansione. Esce il risultato a sorpresa e la Soprintendenza viene sconfitta sul campo. Il fatto: il Tribunale Amministrativo Regionale si è pronunciato a favore del ricorso inoltrato da un privato che si era visto approvare il progetto di ampliamento di un edificio nel comune di Bardolino, al quale era stato imposto, però, il divieto di installare sul tetto un impianto composto da pannelli fotovoltaici e pannelli solari termici. Diniego partito dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici e accolto dallo stesso comune di Bardolino. Fausto Zeni, titolare dell'iniziativa, non si è arreso e assistito dagli avvocati Antonio Sartori e Stefano Baciga, ha perorato la sua causa. Uscendone vincitore proprio grazie alla decisione del Tar. Zeni, nello specifico, aveva presentato un progetto di ampliamento di un edificio residenziale nel comune di Bardolino che prevedeva sulla superficie di una falda la collocazione di 30 pannelli fotovoltaici e di 8 pannelli solari termici destinati a fornire acqua alle unità abitative. La Soprintendenza esprimeva parere favorevole prevedendo tuttavia una prescrizione diretta ad impedire l'installazione dell'impianto fotovoltaico «in quanto gli elementi da installare risulterebbero, in ordine alla posizione, alla dimensione, alle forme, ai cromatismi, al trattamento superficiale riflettente, estremamente stridenti rispetto all'ambito nel quale si collocano, tali da alterare in modo negativo la visione del contesto paesaggistico». La risposta del Tar al ricorso di Zeni? La motivazione espressa dalla Soprintendenza va considerata «apodittica e generica, in quanto prescinde dall'esprimere giudizio riferito, in concreto all'intervento di cui si tratta». Inoltre «nel provvedimento non solo nonvi è nessun riferimento alla metratura o al posizionamento dell'impianto, ma ancora risulta essere del tutto assente l'individuazione e la menzione di un elemento del paesaggio e dell'ambiente circostante che, in quanto a tale risulterebbe deturpato, o quanto meno pregiudicato dalla realizzazione di un impianto...». Nelle osservazione della sentenza emessa dal Tar, altri due estratti interessanti. Il primo: «per negare l'installazione di un impianto fotovoltaico sulla sommità di un edificio bisogna dare la prova dell'assoluta incongruenza delle opere rispetto alla peculiarità del paesaggio...». E ancora: «attualmente la presenza di pannelli sulla sommità degli edifici (...) non deve essere più percepita soltanto come un fattore di disturbo visivo ma anche come un'evoluzione dello stile costruttivo accertata dall'ordinamento e dalla sensibilità collettiva». Lauro Sabaini, vice sindaco di Bardolino e Assessore all'Ecologia ha tenuto comunque opportuno chiarire la posizione dell'Amministrazione. «Il Comune di Bardolino ha approvato il progetto in Commissione Edilizia e lo ha trasmesso alla Soprintandenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per il parere di competenza. La Soprintendenza ha espresso parere favorevole al progetto, vietando l'installazione dell'impianto fotovoltaico e solare. Il Comune, essendo ente preposto al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, ha rilasciato la stessa contenente il parere della Soprintendenza. Di fronte al ricorso del privato davanti al Tribunale Amministrativo Regionale il Comune di Bardolino ha ritenuto di non costituirsi in giudizio in quanto il provvedimento è stato assunto per espresso parere della Soprintendenza e non si sono ravvisati interessi pubblici e di rilievo a favore del Comune tali da giustificare le spese per resistere in giudizio. Quindi la sentenza del Tar non è contro il Comune di Bardolino, ma è in linea con quanto approvato dalla Commissione Edilizia del Comune stesso».

Simone Antolini



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news