LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ALLAUDITORIUM Il Severini ritrovato, un viaggio nel futurismo
Danilo Maestosi
Venerd 1 Aprile 2005 Il messaggero



Ci sono mostre che impongono allo sguardo e al corpo concentrazione e fatica, dense e complesse come sale di un grande museo. Quella che lAuditorium dedica a Gino Severini( 1883-1966) e tiene in scena fino al 5 giugno (tutti i giorni dalle 12 alle 21, 1 euro lingresso) pu essere invece gustata con la leggerezza, la complice, pervasiva curiosit con cui si affronta una passeggiata attorno allalbergo di una citt dove torniamo dopo tanto tempo.
Loccasione la riscoperta di un capolavoro del maestro futurista di cui si erano perse le tracce: Luce + velocit + rumore . Dipinto nel 1913, esposto a Firenze nel 1914 in una mostra che fece scandalo , portato nel 1915 in America a S.Francisco in un tour del movimento futurista entrato anchesso nella leggenda, era stato acquistato da un imprenditore argentino, che ne era rimasto affascinato. Un secolo dopo gli eredi si sono rivolti a Daniela Fonti, la pi titolata esperta di Severini, che ne ha catalogato tutte le opere, per valutarne il valore. Da qui lidea di esporlo in Italia e di costruirci su una piccola, inedita rivisitazione del pittore toscano. E una tela in cui Severini condensa le sue esperienze di artista trapiantato nella Parigi inizio secolo e da tre anni convertito al futurismo: il fascino di una metropoli che specchio ideale delluniverso in fibrillazione profetizzato da Marinetti e Boccioni; i suoi contatti con le avanguardie, il cubismo di Picasso, i colori trasgressivi di Matisse e Delaunay, il puntinismo di Seurat. La scena attraversata in lunghezza da una scritta che indica come una vena in cui scorre il sangue della modernit, il tragitto della metropolitana e tagliata in diagonale da un intreccio di fasci di colori brillanti stesi a piccole macchie alla maniera dei divisionisti, che evocano i palazzi, i boulevard, il movimento frenetico delle strade. Visioni ed emozioni in simultanea: la teoria del dinamismo che si fa quadro, sembra annunciare, come annota lo stesso Severini, una corsa liberatoria verso lastrazione.
Attorno a questopera chiave la curatrice ha raccolto altri lavori che ci raccontano il prima e il dopo. Il punto di partenza sintetizzato da uno splendido notturno romano a carboncino e pastello, datato 1903. Il viaggio verso il futurismo da un quadro del 1911: un revival simultaneo di paesaggi, Parigi, le Alpi, la Toscana, treni, carrozze, monumenti, figure, ancora legato al gusto della rappresentazione. Lapprodo alla sintesi da una serie di studi preparatori e altri disegni. Il pi intrigante un foglio che Severini dedica a un ballo allora di moda, la danza dellOrso. Quasi una citazione autobiografica: per mantenersi a Parigi il pittore bazzicava le balere come ballerino a gettone.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news