LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scopriamo Agrigento museo vvente
La Sicilia, 31 Marzo 2005

Si chiama Agrigento museo vivente il percorso educativo attraverso la conoscenza dei beni culturali, curato dalle docenti Elvira Forasassi, Anna Aucello ed Enza Alio della scuola elementare Lauricella che ha per destinatari alunni e genitori.
L'obiettivo di condurre gli alunni alla consapevolezza del valore storico e sociale dei monumenti - spiega Elvira Forasassi - del profondo legame che lega il presente al passato e la necessit di rispettare, conservare e valorizzare i beni culturali. Questo studio, che coinvolge oltre agli alunni anche un gruppo di genitori, si avvale non solo della parte teorica, ma viene fatto attraverso la visione diretta di tre monumenti: la chiesa di San Francesco d'Assisi, il monastero di Santo Spirito e la chiesa di San Lorenzo.
Studenti e genitori insieme a visitare i tre monumenti, a conoscere i caratteri dell'architettura araba, bizantina e chiaramontana e le caratteristiche peculiari dei vari popoli che hanno dominato Agrigento. Una citt ricca di storia e di monumenti, pervenuti a noi in buono stato di conservazione. Come la chiesa di San Francesco d'Assisi visitata dai ragazzi insieme all'architetto Franco Vecchio, che ne ha illustrato i dettagli e spiegato l'architettura. E' stata eretta nel Settecento su un antico impianto del 1305 e si insedia nell'antico borgo di San Francesco fuori le mura - ha spiegato l'architetto Vecchio - Fu Federico, figlio della marchisina Prefoglio, a costruire il convento di San Francesco nella cosiddetta terra nuova. Del convento medioevale oeei rimane ben DOCO. tali
sono state le aggiunte e le trasformazioni operate nei secoli successivi, specialmente dal Settecento in poi. Percorrendo via Pirandello sotto l'attuale campanile posto a destra della facciata principale, scendendo nella sottostante cripta, tappato e mutilato un gran portale chiaramontano orientato da sud a nord, ma la sua faccia decorata quella di sud, con modanature, fogliami e arabeschi di stile arabo normanno.
Le spiegazioni dell'architetto Vecchio catturano l'attenzione dei ragazzi, che cominciano a osservare con curiosit ci che hanno sempre visto senza consapevolezza e la curiosit accompagnata da numerose domande, soprattutto quando per la prima volta i ragazzi hanno avuto modo di ammirare una cappella poco conosciuta agli agrigentini.
In corrispondenza dell'abside della chiesa nuova vi una cappella divisa per tutta la sua lunghezza da due costoloni sostenuti da dieci colonnine ottagonali - ha detto Franco Vecchio - Molto interessante una nicchia grande con una piccola abside ogivale, con un frontone riccamente decorato, secondo lo stile arabo normanno con influenze bizantine. Nel 1863, in seguito alle leggi di soppressione dei conventi, i pochi frati Minori rimasti, dovettero andare via e successivamente l'edificio fu trasformato per ospitare le scuole pubbliche e vi fu collocato il nascente museo archeologico.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news