LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Camion bar vietati vicino ai monumenti
Laura Larcan
Messaggero, 04/10/2013

Per camion bar, bancarelle, ambulanti sciolti e centurioni, la legge è «tratta».
Dopo il Senato, la Camera. Ieri è fioccato il sì definitivo all’approvazione del decreto Valore Cultura messo a punto dal governo l'8 agosto scorso per avviare il rilancio dei beni culturali. Le ripercussioni della legge impatteranno proprio sull’ambulantato nelle aree di pregio del centro, dal Colosseo a Castel Sant’Angelo, grazie all’articolo sul «decoro dei complessi monumentali» firmato dal senatore del Pd Raffaele Ranucci. Secondo i tempi rapidi del decreto, tra firma del presidente Giorgio Napolitano e pubblicazione, la legge entrerà in vigore già da lunedì prossimo e, come ribadisce il senatore Ranucci, «andrà fatta rispettare da subito da Soprintendenze e Comuni, anche perché noi gli strumenti li abbiamo dati con una legge nazionale, adesso spetta a loro adottare la disposizione».

I DIVIETI
La legge, come già annunciato, punta a contrastare l'esercizio commerciale nelle aree di interesse archeologico, storico, artistico e paesaggistico al centro di grandi flussi turistici. Punti chiave dell’articolo sono il divieto dell’occupazione di suolo pubblico con attività di ambulantato non compatibili con la tutela e la valorizzazione dei monumenti. Saranno la Direzione regionale del Lazio e le Soprintendenze, sentiti gli enti locali, ad adottare «apposite determinazioni» volte a vietare gli ambulanti senza posteggio (privi di concessioni personali) e gli ambulanti con concessioni di posteggio o di occupazione di suolo pubblico. «Non è - incalza Ranucci - una legge contro qualcuno, ma una legge a favore del decoro. A questo punto auspichiamo che da subito, per l’entrata in vigore della legge, Comune e Municipi mettano mano ad una mappatura dei siti che riordini le attività degli ambulanti, risolvendo i casi che non sono compatibili con la bellezza di Roma». La posizione delle Soprintendenze statali è nota da tempo anche perché «determinazioni volte a vietare» se ne sono collezionate da oltre vent'anni, a suon di vincoli apposti fin dal 1986, e più volte reiterati negli anni, che inibiscono le attività commerciali nelle aree monumentali.

IL COMUNE
La palla passa a Comune e I Municipio. Le aspettative sono sull’assessore capitolino al Commercio Marta Leonori che può intervenire ora rimuovendo postazioni irregolari: «Il decreto - commenta - conferma il percorso già intrapreso. Continueremo il lavoro avviato negli ultimi mesi per definire il piano di riorganizzazione che riguarda i posteggi e le aree sosta in tutta Roma e nel centro storico in particolare». Chissà che il nuovo piano di riordino non comporti temporeggiamenti, però. «Quello di oggi - commenta la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi - è un passaggio legislativo importante. Abbiamo finalmente gli strumenti per cominciare un percorso che ci consente un riordino del commercio ambulante e i camion nelle aree di maggior pregio della città». Sul fronte dei beni culturali, poi, il decreto porterà un tesoretto di 2 milioni per il Mausoleo di Augusto e 5 milioni per la Fondazione Maxxi.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news