LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'abuso di Villa Glori
Davide Sfragano
01/04/2005 l'Unit


Morassut: non condonabile il supermarket Per costruirlo sbancata la collina del parco

Poco spazio per l' illegalit a Roma. Nel mirino del Campidoglio, dopo gli importanti abbattimenti dei mesi passati, adesso finito un centro commerciale abusivo costruito alle pendici dell'area a tutela integrale di Villa Glori, in via Antonio Sant'Elia, ai Parioli. Ad annunciare il rigetto della richiesta di sanatoria, ieri, direttamente l'assessore all'Urbanistica del Comune di Roma, Roberto Morassut, dall'ufficio condoni di via Petroselli: Il lavoro di riesame effettuato dai nostri tecnici ha portato al rigetto in sanatoria. In particolare, quella relativa all'Immobiliare 31 srl che, alle pendici di Villa Glori, dove sorgeva il ristorante "Giggetto er pescatore", ha prima acquisito lo stabile, e poi costruito un centro commerciale di 1.500 metri quadri (attualmente inattivit), e sbancato la collina. A consentire l'accertamento dell'abuso edilizio all'ufficio condoni, il sistema di rilevamento aereo di cui si ultimamente dotato il Comune di Roma. Quello che denunciamo oggi, un caso emblematico, in cui si lanciano certi soggetti che dichiarano il falso-ha proseguito l'assessore -. Sulla base dei rilevamenti effettuati dai nostri uffici, infatti, abbiamo accertato che gli ampliamenti effettuati, sono stati molto pi consistenti di quelli denunciati. In pochi giorni, adesso, toccher al Municipio II avviare la pratica che potr portare o all'abbattimento dello stabile e al rimboschimento della zona (entrambi a carico dell'abusivo), o all'acquisizione dello stesso da parte del Campidoglio. Ma a prescindere da quella che sar la decisione finale, quello che pi interessa l'amministrazione capitolina il messaggio che
con quest'ennesimo atto viene mandato a coloro che violano le leggi. Ossia, come ha sottolineato anche lo stesso Morassut, che chi viola la legge, sa che fa un investimento fallimentare. Soddisfazione sull'operazione stata anche espressa dall'associazione Italia Nostra che ha ricordato di aver segnalato l'abuso gi nei mesi passati. Ma non si esaurisce qui l'attivit repressiva del Comune di Roma che ha gi pronti altri nuovi abbattimenti. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi rigetti importanti ha annunciato l'assessore Morassut, mentre il dottor Antonio Gagliardi, da tre mesi direttore dell' ufficio condoni, lasciava intendere che si tratta di altri abusi in aree protette: con tutta probabilit nel Parco di Vejo e nel Parco dell' Appia Antica.
Non solo repressione per l'attivit dell'ufficio condoni del Comune di Roma, che dopo la riorganizzazione avviata con il cambio al vertice di tre mesi fa, adesso si presenta con importanti novit. Innanzitutto l'istituzione di un ufficio speciale per l'esame delle domande relative a quelle aree sorte spontaneamente nelle borgate e nelle periferie di Roma. Sono in tutto 28700 le richieste di condono che riguardano quelle aree. Fin oggi ne analizzavamo un centinaio al mese, con l'ufficio apposito contiamo di arrivare a 150-ha spiegato Morassut -. Una volta evase tutte, con l'avvio delle opere di prima urbanizzazione a carico dei consorzi, si metteranno in moto 186 milioni di euro di opere pubbliche.
E poi l'ufficio condoni ha anche l'attivit ordinaria, quella che risente del congestionamento del passato e soprattutto degli effetti del terzo condono della Repubblica, l'ultimo Berlusconi.
Al momento abbiamo ancora 170mila pratiche risalenti ai 2 vecchi condoni, altre 84mila risalenti al terzo, per un totale di 254mila- ha spiegato l'assessore Morassut -. Ad ogni modo d'ora in poi le singole pratiche saranno seguite secondo una visione di sistema: con i nuovi strumenti tecnologici acquisiti, e con la mappa degli abusi successivi al terzo condono di cui disporremo entro l'estate, potremo riorganizzare al meglio l'attivit dell' ufficio.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news