LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Patto con i Comuni. Ville storiche salvate da strade e cemento
A. Pri.
Corriere del Veneto Edizione di Vicenza 31/3/2005

GRUMOLO — Firmato l'accordo per salvare le ville storiche. Ieri mattina il presidente regionale dell'Anci, Vanni Mengotto, ha siglato il patto di collaborazione con l'associazione Ville Venete che da anni si batte per ottenere una maggiore tutela del patrimonio architettonico del Veneto.
«Un accordo molto importante, che ci permetterà di salvare le dimore storiche, troppo spesso soffocate da strade e capannoni» spiega la presidentessa dell'ente, Ricciarda Avesani. Il patto sottoscritto a Villa Piovene, nella campagna di Grumolo delle Abbadesse, prevede l'impegno da parte dell'associazione nazionale che riunisce i comuni italiani di avvalersi della consulenza dell'associazione per quanto riguarda progetti e infrastrutture che interessano le dimore storiche.
Un fronte imponente, se si pensa che sono oltre quattromila le ville venete, patrimonio che non ha eguali nel mondo. «Non si tratta soltanto di salvare le abitazioni palladiane - assicura Avesani - che in genere sono già ben tutelate. Piuttosto vogliamo proteggere tutte quelle preziose dimore disseminate nel territorio e che spesso vengono sottovalutate, nonostante offrano uno spaccato importante della nostra storia».
Grazie all'accordo siglato ieri con l'Anci, d'ora in avanti l'Associazione Ville Venete verrà convocata dai sindaci quando i Comuni dovranno mettere mano ai piani regolatori. Un parere non vincolante, quello che si troverà ad esprimere il gruppo della Avesani, ma che comunque consentirà di esercitare pressioni per salvaguardare le zone circostanti alle residente storiche. «In passato lo sviluppo industriale del Nord Est ha inferto un duro colpo alle ville - spiega la presidente - con i sindaci che concedevano di costruire strade e industrie distanti appena qualche decina di metri dalle residenze. Per fortuna oggi i tempi sono cambiati: la corsa ai capannoni può lasciare spazio ad una vera politica di protezione del patrimonio artistico e architettonico del Vicentino e dell'intera regione».
L'accordo di Villa Piovene ha effetto immediato. Già dai prossimi giorni l'associazione parteciperà ad una serie di incontri con alcune amministrazioni comunali alle prese con modifiche ai piani regolatori. «In cambio dell'opportunità di far sentire la nostra opinione sui progetti che coinvolgono le dimore storiche - spiega Avesani - l'associazione si è impegnata a fare da mediatrice tra l'infinità di cause legali che vedono fronteggiarsi Comuni e proprietari di ville private». Ma per le amministrazioni, l'accordo prelude soprattutto alla possibilità di vedere incrementare il turismo. Tra gli impegni assunti dall'associazione c'è infatti quello di tentare di convincere i proprietari ad aprire le ville ai visitatori.



L'iniziativa
•I CONTENUTI
L'accordo dovrebbe preservare le dimore e le loro pertinenze dalla costruzione di fabbricati, capannoni, alberghi. Il problema viene denunciato da anni dai proprietari, secondo cui l'edilizia «selvaggia» ha deturpato molte delle migliaia di dimore venete, molte delle quali firmate dal Palladio.
•L'INTESA
L'accordo firmato ieri mattina a Sarmego di Grumolo delle Abbadesse prevede attività di «consulenza», da parte dei proprietari delle ville e delle dimore storiche, nelle fasi di redazione degli strumenti urbanistici e dei piani regolatori generali. Il protocollo è stato siglato alla presenza dal sindaco di Grumolo, Maria Luisa Toso, dal proprietario di Villa Godi Piovene, Ruggero Piovene, dal presidente di Anci Veneto, Vanni Mengotto, e dal presidente dell'Associazione Ville Venete, Ricciarda Avesani.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news