LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castello chiuso a Celano. Il Comune vuole chiarezza
Dante Cardamone
CENTRO Avezzano


Castello chiuso a Celano. Il Comune vuole chiarezza


CELANO. La chiusura del castello Piccolomini, il giorno di pasquetta, ha suscitato un coro di proteste da parte di cittadini, commercianti e, soprattutto, dell'amministrazione comunale. Per l'intera mattinata di ieri l'assessore alla Cultura, Carmine Torrelli, ha ripetutamente tentato di mettersi in contatto con i responsabili della Soprintendenza ai beni culturali per fare chiarezza.
Ciò che si vuole sapere sono le motivazioni che hanno portato a non aprire l'importante monumento in un giorno di festa. «Quello che è accaduto è un fatto molto grave», sostiene l'esponente dell'esecutivo di centrodestra. «Un danno per l'immagine della città che lunedì dell'angelo è stata letteralmente presa d'assalto da moltissimi turisti». Torrelli si dice contrariato dall'intera vicenda, che definisce del tutto inaccettabile. Dall'esecutivo hanno spiegato che l’amministrazione si sta adoperando con molti sforzi per portare il turismo in città e che tali episodi non possono essere assolutamente accettati. «Andremo fino in fondo per sapere cosa sia successo», insiste il consigliere comunale, Ezio Ciciotti, «vogliamo che si faccia chiarezza, non è possibile che in un giorno tanto importante, quale quello di Pasquetta, con la città invasa dai turisti, il maniero rimanga chiuso». Ciciotti racconta che la mattina di lunedì è stato chiamato dai vigili urbani di servizio nella zona del castello, una volta arrivato sul posto, dall'ufficio turistico della città hanno tentato di contattare i responsabili che gestiscono il monumento. «Per telefono ci hanno detto che i dipendenti si trovavano in uno stato di agitazione», spiega ancora Ciciotti, «ma oggi (ieri per chi legge), una volta chiamati gli uffici che si trovano all'interno del castello, ci hanno parlato di un'altra situazione. Praticamente l'apertura dei monumenti nei giorni festivi è regolata da un progetto volontario del ministero dei Beni culturali. Insomma, i monumenti si tengono aperti se i dipendenti accettano di lavorare anche nei giorni di festa, quest'anno, evidentemente, a Celano non hanno aderito». Critiche per l'accaduto anche dai commercianti titolari di esercizi commerciali del centro (tutti aperti per il giorno di pasquetta).
«Ci siamo vergognati della figura che ha fatto la nostra città», hanno spiegato, «per tutto l'arco della giornata i turisti hanno criticato la chiusura del castello e poi, ovviamente, ne hanno chiesto a noi le motivazioni che non sappiamo e non conosciamo». «È stato veramente un giorno non gratificante per Celano». Anche molti cittadini hanno protestato, «riteniamo inaccettabile tale situazione e chiediamo che si faccia chiarezza sulla vicenda per evitare che in futuro si ripeti una cosa del genere».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news