LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Acta photographica», un tesoro infinito
Laura Gigliotti
il Giornale - Cronaca Roma




È giunto al 3° volume il quadrimestrale dell'Istituto centrale per il Catalogo.
In 8 foto giustapposte dei primi anni del Novecento il panorama di Roma

Il primo numero, quasi un numero zero, era dedicato a Ravenna, il secondo al Mediterraneo, con una veste grafica più elegante e asciutta e ampio spazio alle fotografìe, il terzo al paesaggio. È la cronaca del primo anno di vita di «Acta Photographica», una rivista quadrimestrale di fotografìa, cultura e territorio, con rubriche d'attualità, che mette alla portata di tutti il ricchissimo patrimonio di oltre due milioni di foto dell'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione. «Un sogno diventato realtà, che ha trovato nella Bononia University Press il supporto tecnico operativo ideale», dice la direttrice Paola Callegari.
Imbarazzo della scelta per i contenuti, vista la ricchezza e varietà dei fondi fotografici storici depositati negli archivi della Fototeca Nazionale, dell'Aerofototeca e del Museo Archivio di Fotografìa Storica. Ravenna è protagonista del primo numero perché proprio allora si era concluso lo studio di un fondo inedito di fotografìe scattate e annotate personalmente da Corrado Ricci..
Il passo successivo è stato il Mediterraneo, ambiente reale e ideale in cui si è formata la nostra civiltà. Numerosissime le foto scattate tra Ottocento e Novecento dei paesi della sponda Sud, dalla Libia, alla Turchia, alla Siria. Dell'Egitto ci sono oltre 20 mila negativi, in parte lastre di vetro alla gelatina al bromuro d'argento o al collodio, frutto dell'attività di viaggiatori fotografi, esploratori, o documentazione di scavo di missioni archeologiche che dalla metà dell'Ottocento fino al 1970 portarono alla scoperta di intere città.
Da segnalare il reportage di Wilhelm Hummel, illustrato da Manuela De Leonardis, sulla città dei morti del Cairo come appariva nel 1890. Una distesa di sabbia silenziosa, attraversata da cammelli, cosparsa di tombe con eleganti cupole a bulbo, mausolei, moschee e dominata dal profilo della Cittadella, circondata da mura possenti. A creare il mito di un Oriente dove tutto era possibile contribuirono molti intellettuali e artisti, da Pierre Loti a Flaubert, a De Amicis, a Ingres a Gide e più recentemente la fotografia e il cinema. Risentono di suggestioni pittoriche e letterarie le foto erotiche realizzate all'inizio del secolo da Lehnert&Landrock nel loro studio di Tunisi, attrezzato come un set cinematografico. Un variopinto catalogo di ragazze vestite di orecchini, collane e bracciali, sullo sfondo di architetture segrete e freschi giardini, secondo l'immaginario dei turisti europei.
Tema dell'ultimo numero il paesaggio, inteso dal punto di vista fisico, storico e culturale. Molto interessante la storia dell'evoluzione della fotografìa panoramica raccontata da Alberto Manodori. Una veduta a volo d'uccello, dall'alto, che diventa un vero e proprio genere fotografico. È formato da otto fotografie giustapposte il anorama di tutta la città con i Colli Albani, monte Gennaro e monte Cavo innevati. L'autore è ignoto, ma il «Palazzaccio» avvolto dai ponteggi fa pensare che sia di poco precedente al 1910. Sulla nascita di Ostia Lido esiste una ricca documentazione, spesso l'unica testimonianza rimasta dopo i recenti scempi urbanistici. Come ricorda Oreste Albarano, Ostia Nuova nasce da una legge del 1907 come città-giardino parallela alle dune e al mare, in cui si fronteggiano vari stili, dal Neoclassicismo al Modernismo. Vi partecipano i migliori architetti e ingegneri del tempo. La chiesa Regina Pacis è di Giulio Magni, il Palazzo del Governatorato di Vincenzo Fasolo, la Stazione Marittima di Marcello Piacentini. Attenzione particolare viene riservata agli stabilimenti balneari progettati da architetti come Moretti, Del Debbio, De Renzi, La Padula. Giovan Battista Milani progetta negli anni Venti lo stabilimento «Roma», dalla cupola bizantina, gli archi rampanti e evidenti richiami alla Roma imperiale. Di quel gioiello Liberty, il primo costruito in cemento armato a vista, oggi non rimangono che le fondazioni sommerse, un accenno rimaneggiato del pontile che portava alla rotonda e le fotografie.
In vendita in libreria. Informazioni: www.actaphotographica. it



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news