LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Mettiamo a profitto i siti artistici per aumentare l'offerta culturale
Pinella Leocata
LA SICILIA Gioved 29 Agosto 2013 Catania (Cronaca)


Allo studio nuova illuminazione e amplificazione a San Nicol per concerti e spettacoli. In prospettiva accordo con la Curia per aprire le chiese barocche e per una rassegna di musica sacra. Intanto musei aperti anche il pomeriggio




In tempi di vacche magre, magrissime, mettere a frutto i propri beni pi che utile, indispensabile, anche e soprattutto per gli enti pubblici, a partire dal Comune. Farlo, per, implica scelte difficili non immuni da rischi e da feroci e motivate critiche, come avvenuto a Firenze quando l'amministrazione per un giorno ha sottratto Ponte Vecchio alla fruizione collettiva per concerderlo in uso, a pagamento, ad una convention della Ferrari. Anche il nostro ateneo stato oggetto di critiche per avere concesso in uso il cortile dei Benedettini per una festa di matrimonio che ha lasciato tracce maleodoranti e oleose sul pavimento lavico. Riuscire a coniugare profitto e rispetto per i beni monumentali impresa delicata e complessa.
L'assessore alla Cultura Orazio Licandro non ha dubbi. E' condivisibile mettere a profitto i beni pubblici per finanziare le casse del Comune e, dunque, le attivit culturali e altri servizi. E questo, ovviamente, dal momento che non si tratta di dare in concessione decennale beni di rilevanza culturale e artistica.
La questione, come sempre, di merito. Quali sono i beni che il Comune pu aprire ai privati e per quale tipo di attivit, con quali limiti, a che prezzo? E qui il discorso si fa articolato. Poco fruibili per scopi diversi da quelli istituzionali i musei Belliniano ed Emilio Greco, i beni di cui il Comune pu disporre sono soprattutto Castello Ursino, Palazzo dei Chierici e Palazzo Platamone dove, a cavallo di Ferragosto, sono arrivati i nuovi arredi per la sala convegni. Per questi spazi l'assessore Licandro prevede un utilizzo per attivit scientifiche, cio per convegni di qualit per discipline scientifiche di vario tipo, come del resto si fa gi secondo precise tariffe. Da tempo a Palazzo Platamone possibile affittare le sale per mostre, esposizioni, conferenze, spettacoli. A Castello Ursino, poi, sempre a pagamento, si possono celebrare anche matrimoni, ma non i relativi pranzi.
Lo spazio che l'assessore Licandro vuole valorizzare soprattutto quello della basilica di San Nicol all'Arena da decenni interessata ad un lungo e tormentato restauro e la cui propriet contesa tra il fondo Fec dello Stato e il Comune. Il Comune ha prodotto un documento in cui afferma il proprio diritto di propriet e l'Avvocatura dello Stato non ha replicato... . Comunque sia, l'amministrazione ha gi in programma tanti progetti su questo sito di pregio. Ho gi fatto un sopralluogo - dice l'assessore - e a settembre insedier un tavolo operativo nella prospettiva della musealizzazione della basilica. Ho gi coinvolto la sovrintendenza e l'Universit perch da questo luogo passato un importante pezzo della storia europea e non c' nulla che la racconti. Non solo. Orazio Licandro intende aprire questo spazio ad attivit culturali: convegni, concerti, spettacoli teatrali, letture... Ma per farlo bisogna provvedere ad una nuova illuminazione della chiesa e a migliorarne l'acustica e questo presuppone uno studio specifico per entrambe le questioni. Il nuovo sistema di illuminazione deve essere realizzato evitando interventi invadenti, e poi bisogna trovare i fondi attraverso sponsor privati o concorrendo ai fondi comunitari. Stesso discorso per l'amplificazione e per migliorare l'acustica. Intanto, stiamo costruendo una prima rassegna che partir il 26 settembre con la presentazione di uno studio scientifico sull'organo di Donato del Piano.
E i progetti dell'assessore alla Cultura non si fermano qui. Dobbiamo valorizzare ed aprire anche ai privati la Biblioteca Ursino Recupero e la splendida Sala Vaccarini che in autunno sar interessata a lavori di restauro. E poi mi piacerebbe, con un accordo con la Curia, realizzare una rassegna di musica sacra, almeno nel periodo di Natale e Pasqua, nelle splendide chiese barocche del centro. Di pi. Mi piacerebbe attuare a Catania il modello di Noto e di Scicli dove tutte le chiese sono aperte fino a tarda sera e visitabili con guide specializzate. Che poi quello che fanno i bravissimi giovani di Officine culturali al Monastero dei Benedettini. Si tratta di costituire cooperative di giovani preparati e motivati che consentano l'apertura dei siti e un'interessante visita guidata. Ancora. Sto lavorando alla realizzazione di un festival letterario e, per l'anno prossimo, vorrei attuare a Catania, citt dalla spiccata tendenza teatrale, il "modello Avignone" aprendo contemporaneamente i palazzi nobiliari, i cortili privati e le piazze a tanti spettacoli di vario genere. Penso, per esempio, a tutta la via Dei Crociferi, alle sue chiese e ai suoi palazzi e conventi, come un articolato scenario teatrale. Intanto, a partire da settembre, tutti i musei comunali saranno aperti anche il pomeriggio con personale comunale. Per la prima volta la turnazione del personale coinvolger anche i siti culturali. Un primo passa verso una migliore valorizzazione dei nostri beni culturali e artistici.


29/08/2013



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news