LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL TESORO CHE NON RIUSCIAMO A FAR FRUTTARE
La Repubblica 28/08/2013, pagina 26 sezione Commenti



Queste poche parole dovrebbero trasmettere lo stupore, il senso di incredulit e amarezza, il senso di impotente resa che si prova a verificare lo stato di abbandono del nostro patrimonio culturale. La visita a Palazzo Barberini a Roma, in una domenica di pioggia, restituito alla nobile funzione di museo ricco di storia e di capolavori, mi ha provocato una stretta al cuore. A partire dalla biglietteria, il personale sembra pi interessato al racconto telefonico delle vacanze che a staccare biglietti o a fornire indicazioni ai turisti sul percorso di visita, naturalmente l'inglese bandito!

Inizia il giro, le sale del piano terra appaiono subito sbarrate, assenza di informazioni e visitatori dirottati al piano sotterraneo con un gesto infastidito della mano. Inutile dire che, dopo un giro a vuoto nel locale guardaroba, siamo riapprodati al punto di partenza per constatare che le sale sono inesorabilmente chiuse e di ci nessuno stato informato. La "grande bellezza" di Caravaggio, del soffitto del salone di Pietro da Cortona, la dolcezza di Raffaello hanno messo in un cantuccio il momento di disappunto che riaffiora al secondo piano, inesorabilmente chiuso.

Ho visto le reazioni dei presenti dallo sguardo, dal gesto delle mani allargate dallo sconforto e mi sono avvicinata alla custode dell'ultima sala visitata per conoscere il motivo di questa chiusura. La risposta stata disarmante: quel poco visitabile (che tantissimo, all'estero ne basterebbe una piccola parte per un grande e redditizio museo) regge soprattutto grazie all'opera di volontari che riempiono parzialmentei vuoti di organico. La volontaria ha scrollato le spallee ci ha spronatoa far conoscere questa situazione, destinata a peggiorare.

Forse il nodo della questione, in questo Paese che gronda di opere la sciatteria organizzativa e la poca consapevolezza con cui amministriamo veri e propri tesori.
Paolina Caputo p.caputo@sanita.it

La mano pubblica ha come primo obiettivo quello di conservare e rendere accessibile a tutti la storia e la testimonianza dei beni culturali e solo un ingenuo pu desiderare il mondo ingiusto degli sceicchi pensando che l'Italia vi possa arrivare trasformando i depositi dei musei in pozzi di archeodollari. Il British Museum capace di organizzare una mostra con proventi e, se per questo, lo fanno anche le Soprintendenze italiane. Ma lo staff del British non sepolto da adempimenti amministrativi in costante aumento e non chiamato a sorvegliare le trasformazioni del territorio, come fanno le Soprintendenze italiane con un misero potere di veto formale che lascia ai Comuni il compito di sanzionare gli abusi e ordinare le demolizioni. Cosa che, per esempio, nella Capitale, sull'Appia Antica, non si riesce a ottenere da decenni, mentre l'impunit dei ristoranti e delle piscine costruite sui mausolei romani genera ancora oggi continui fenomeni di imitazione. Avere la possibilit di lavorare in un contesto di legalit diffusa e tangibile, come a Londra o a New York, davvero non credete che sia questa la differenza fra loro e noi?
Rita Paris
Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news