LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Inventariati i beni di 389 parrocchie
Ca.E.
L'ECO DI BERGAMO 27 MAR 2005

■ Si è conclusa la prima fase di inventariazione dei beni culturali conservati nelle 389 parrocchie bergamasche. Si tratta di un patrimonio storico, artistico e religioso imponente, come un «museo diffuso». Sono anche iniziate le procedure di travaso dei dati con gli archivi regionali e nazionali dei beni culturali. Inoltre, l'archivio della diocesi è già visibile parzialmente sul sito Internet della Curia (www.bergamo.chiesa-cattolica.it) e della Provincia (www.provincia.bergamo.it).

«La diocesi di Bergamo, attraverso l'Ufficio Beni culturali della Curia vescovile -sottolinea Osvaldo Roncelli, coordinatore dello stesso Ufficio-sezione inventario - ha concluso
la prima fase di inventariazione dei beni culturali ecclesiastici conservati nelle 389 parrocchie bergamasche. L'iniziativa si inserisce in un programma di catalogazione che coinvolge le 226 diocesi italiane. Riguardo al territorio bergamasco, attualmente sono state rilevate circa 250.000 schede con 280.000 fotografie riferite a circa 320.000 oggetti. Questi ultimi rappresentano qualificate espressioni della Chiesa bergamasca lungo la storia e nelle sue molteplici manifestazioni di annuncio, liturgia, vita comune e pratica della carità».

La rilevazione dei beni culturali ha visto operare in ogni parrocchia, casa parrocchiale e chiese sussidiarie uno storico dell'arte e un fotografo - coadiuvati dal parroco o da suoi incaricati - che
hanno selezionato i beni catalogandoli in base a uno schema informativo elaborato e condiviso con gli uffici nazionali della Conferenza episcopale italiana. «L'onere economico - prosegue Roncelli - è stato a carico della Cei, delle singole parrocchie e in parte della Curia con un contributo della Regione e della Provincia. Sono in svolgimento le procedure di allineamento e travaso dei dati con gli archivi nazionali e regionali dei Beni culturali nell'impresa di catalo-gazione, tanto attesa e auspicata per la conoscenza, tutela e valorizzazione del patrimonio artistico italiano.
L'Archivio della diocesi di Bergamo è già visibile parzialmente sul sito Internet della Curia e della Provincia.
La catalogazione ha fatto emergere un patrimonio unico e imponente, come un "museo diffuso", un documento articolato della storia e della cultura delle varie contrade bergamasche». Infatti, sono stati rilevati 40.700 dipinti, 12.000 pianete, 3.990 calici. Ben 194 parrocchie bergamasche detengono da 500 a 1.000 beni; 13 parrocchie detengono da 3.000 a 7.500 oggetti d'arte. Soltanto il vicariato di Capriate-Chignolo'-Terno conserva quasi 20.000 beni. Complessivamente, sono riferibili al XVI secolo quasi 6.000 oggetti, al XVII secolo 27.800 oggetti, a] XVIII secolo 80.500 oggetti, al XIX secolo 120.500. Circa 3.50C beni risalgono a prima del 1500.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news