LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Biblioteche, musei, orchestre la cultura paga il conto dei tagli
CRISTOFORO SPINELLA
La Repubblica 14/08/2013, pagina 1 sezione PALERMO

DAI teatri ai musei, dalle biblioteche ai parchi archeologici, un rosario di appelli e di allarmi quello della cultura siciliana. I tagli al bilancio regionale hanno messo in crisi strutture storiche come l'Orchestra sinfonica e il teatro Biondo, mentre il Brass, rimasto senza soldi dopo l'addio alla Tabella H, paga lo scotto pi alto. Ma i tagli mettono in crisi anche i musei e le biblioteche. Resta alto l'allarme soprattutto per il Mandralisca di Cefal, che continuaa rischiare la chiusura per mancanza di fondi.


UN rosario di appelli e di allarmi. Strozzata dalla spending review e orfana della Tabella H, la cultura siciliana agonizza nei teatri e nelle biblioteche, nei musei e nei parchi archeologici. Tra occupazioni e proteste di piazza, un settore in agitazione permanente perch alle prese con una coperta corta che negli ultimi giorni, con la riduzione a un terzo delle risorse disponibili per gli enti culturali finanziati dalla ex Tabella H, si ridotta ulteriormente. Tutta la rubrica dei Beni culturali conta appena 19 milioni, che comprende anchei4 milioni datia enti non regionali, ricorda Giancarlo Salzano, della Cgil.

I due milioni salvati per i Teatri nel nuovo corso della Tabella H non bastano a diradare le nubi scurissime che incombono su strutture storiche come l'Orchestra sinfonica siciliana. I 300 mila euro che ricever dalla Regione sono di fatto gi tutti impegnati.

Fino a qualche giorno fa erano quattro le mensilit arretrate non pagate ai quasi 150 dipendenti tra impiegati, tecnici e orchestrali, che solo questa settimana hanno ricevuto un acconto di alcune centinaia di euro. L'allarme per resta alto. Per andare a regime servirebbero circa 11 milioni tra pagamento degli stipendi e organizzazione della prossima stagione, mentre quest'anno i finanziamenti oscillano tra 5,5 e 8,5 milioni. Finora, per, ne sono arrivati appena tre. Rispetto al 2010, un taglio di quasi il 40 per cento.

Una situazione simile a quella del Biondo, dove nonostante la sospensione dell'occupazione dei dipendenti contro il mancato pagamento degli stipendi e il blocco della programmazione, la tensione resta alta. Mentre il 26 agosto previsto un nuovo faccia a faccia tra direzione e sindacati, i 300 mila euro riservati dopo il taglio della Tabella H difficilmente basteranno a risolvere i nodi di un budget che quest'anno sar di circa quattro milioni di euro, anche a causa dei mancati trasferimenti da parte della Provincia.

Non se la passano bene neppure i teatri del resto dell'Isola. Se dalla ex Tabella H per il Bellini di Catania sono stati salvati 300 mila euro, per il 2013 si calcola comunque una riduzione di circa tre milioni, che portanoa dieci milioni il taglio complessivo negli ultimi cinque anni e non permettono di fugare gli allarmi sulla mancata ripresa delle attivit dopo l'estate.

Dopo un autunno e un inverno di occupazioni dei lavoratori, anche il Teatro Vittorio Emanuele di Messina ha subito un taglio di circa il 30 per cento dei fondi regionali, che per quest'anno sono calcolati in 4,9 milioni di euro e serviranno per lo pi per pagare i 64 dipendenti (tra i quali non figura neppure un musicista). Non ancora stato approvato il bilancio preventivo, l'orchestra non mai stata stabilizzata - attacca Pippo Di Guardo della Slc-Cgil - cos una programmazione impossibile. Peggio di tutti se la passa il Brass Group, che con la fine della Tabella H ha dovuto dire addio a 192 mila euro e adesso per sperare in un finanziamento regionale dovr partecipare alla corsa insieme agli altri enti: Ma oggi virtualmente morto, dice Maurizio Rosso, segretario della Slc-Cgil di Palermo. I teatri lirici o di prosa vivono di programmazione e di pianificazione, di progetti e risorse. La decisione della Regione siciliana di abrogare un meccanismo, consolidato negli anni, di finanziamento pubblico porter alla morte i grandi teatri siciliani, denuncia l'ex assessore ai Beni culturali Fabio Granata.

Ma la scure sulla Tabella H pesa molto anche sui musei. I 142 mila euro che il Mandralisca di Cefal avrebbe dovuto ricevere dalla Regione - una cifra uguale a quella assegnata nel 2012 - servivano, tra l'altro, per il pagamento degli stipendi dei dipendenti.

Cos, in attesa della sfida con gli altri enti culturali, resta solo il contributo di 30 mila euro del Comune per permettere l'apertura serale. Troppo poco, per il sito che custodisce i tesori di Antonello da Messina. Come pochi sono i 20 mila euro che, secondo i sindacati, sono arrivati nel 2013 per la gestione del parco archeologico di Giardini Naxos, che comprende anche Isola Bella e il Teatro antico di Taormina. Una somma che ha costretto al dimezzamento delle ore di pulizia. Il decurtamento riguarda tutti i siti - denunciano insieme Ugl e Cobas - ora che la Regione cambi strategia.

La stretta sui fondi ai Beni culturali non risparmia neppure le biblioteche. Se la Centrale di Palermo ha ormai le casse vuote, anche le altre regionali - Catania, Messina e Agrigento - non navigano in buone acque. Alla Biblioteca di Catania non riescono neanche a pagare gli straordinari, dicono i sindacati. Una scure caduta anche sugli altri istituti orfani della Tabella H, dall'Istituto Gramsci - che si visto togliere 111 mila euro - alla Storia Patria di Palermo.



news

21-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news