LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei viva
PIER LUIGI RAZZANO
La Repubblica 13/08/2013, pagina 11 sezione NAPOLI




Il 24 agosto del 79 d. C. l' esplosione colse di sorpresa i pompeiani. I lapilli infuocati trafissero il cielo, la nube di gas e cenere oscur il sole, d' un tratto il giorno si capovolse in una tenebra infernale. Quel giorno Pompei mor. L' eruzione seppell la ricchezza e la complessit di una societ evoluta, molto articolata, che ritrov una seconda vita a partire dal 1748, quando iniziarono gli scavi. Da quel momento, riemergendo, Pompei la citt pi viva delle citt morte, come raccontano la giurista Eva Cantarella e l' archeologa Luciana Jacobelli, autrici di "Pompei viva", appena pubblicato da Feltrinelli, un resoconto storico e archeologico in forma di guida narrativa per entrare tra i resti che continuano a sprigionare la vita di epoca romana. Eccessiva, esuberante, una metropoli di decumani e cardini lastricati dal basalto, ogni giorno affollatissimi, tra la Basilica dove si amministrava la giustizia e le azzardose giocate a dadi o all' astragalo al chiarore delle lucernea olio. Una comunit che accorreva ad approvvigionarsi alle anfore del Macellum, mercato di pesce e carne - dove addirittura saranno ritrovati resti di conchiglie e lische - e si riposava alle Terme Suburbane arredate da piscine, mosaici, con i loro affreschi raffiguranti scene erotiche, riponendo i propri oggetti personali in cassette di legno. Impegnata nelle "officinae lanificarie", dove grosse caldaie in bronzo eliminavano il grasso delle future vesti, e che nelle lavanderie utilizzava urina umana o quella ricercatissima di cammello per il lavaggio dei capi. La Cantarella e la Jacobelli entrano nella Casa dei Vettii, con la vasca in giardino per i giochi d' acqua, attorniato da sculture in marmo e bronzo, e raccontano, fanno rivivere lo stile di vita degli antichi, la preferenza per i pasti principalmentea base di funghi, olive, verdure, formaggi, ostriche, consumati distesi sul triclinio, e come avveniva la lavorazione della ceramica, dove si realizzavano anche le anfore per il vino pregiato, il frutto di una terra fertile, ricca di vigneti, diffuso in varie zone d' Europa, molto amato dagli stessi pompeiani, come esplicitato dal graffito: "Avete, utres summus" (Salute, noi beviamo come otri). E di fianco ai tanti segni recuperati dagli scavi, analizzando i quattro stili di pittura degli affreschi che attestano la continua evoluzione degli elementi decorativi, fanno emergere storie di accesa passione per la politica, come il sostegno di Asellina, taverniera che spronava a votare Caio Lolio Fusco: "duovir aedibus sacris publicis procurandis". Oppure le dichiarazioni sui muri dei tanti amanti, che non solo godevano del lupanare gestito da Africanus e Victor, ma che erano ansiosi di far conoscere ai concittadini la loro passione: "amore detta a me che scrivo, che io muoia se voglio diventare un dio senza te". Di fianco alle sanguinose battaglie all' Anfiteatro, palcoscenico per i gladiatori, dove ci fu anche una violenta rissa tra pompeiani e nocerini del 59 d. c. che valse la squalifica per dieci anni, ripercorrono anche l' appassionato lavoro degli scavi, la geniale intuizione dell' archeologo Fiorelli di colare gesso liquido per ricavarei calchi degli abitanti di Pompei arsi dalla cenere, e le vicissitudini di gestione del sito. Compresi tristi episodi come il rifacimento dei gradoni del Teatro Grande, la cui autenticit ne stata alterata, o il crollo della Schola Armaturarum, che impongono una necessaria attenzione e cura verso la fragilit di una vita che resiste da duemila anni.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news