LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Lex sindaco Massimo Cacciari - Letta non si inchini ai privati: subito il divieto
di Sandra Amurri
"Il Fatto Quotidiano", 14 ago. 2013



La soluzione semplice: basta che i ministri competenti, dei Trasporti e dellAmbiente, si sveglino e facciano un decreto che vieti il passaggio delle Grandi Navi. Ci vogliono 5 minuti. Massimo Cacciari, filosofo, tre volte sindaco di Venezia, va dritto al cuore del problema e spiega: Lo dico da 15 anni. Si prendono le Grandi Navi e le si spostano al canale dei petroli, si attrezza larea di Marghera e si organizza un sistema per condurre i passeggeri nel cuore di Venezia oppure si realizza un porto off-shore fuori dalla Laguna.
Ma se cos semplice perch loltraggio continua?
Uno perch dicono che occorre trovare lalternativa. Due perch vogliono impedire un riscontro negativo dal punto di vista economico degli interessi privati. Guardare San Marco dallalto di 60 metri lo spettacolo pi bello del mondo, eliminarlo per le compagnie di navigazione, che vendono il pacchetto completo di partenza e arrivo in Laguna, equivarrebbe ad una contrazione dei passeggeri. Ci sono salito una volta ed di una bellezza incredibile per questo il clou della crociera e la vendono soprattutto per questo spettacolo. Che vuole che gliene importi a loro dei danni alla fondamenta di Venezia? Perfino ai turisti piace da morire immortalare questi giganti. un fuoriscala pazzesco da film dellorrore.
Commistione tra interessi privati e politica.
Ci che sfugge ai pi lassoluta complicit tra potere e sudditi, lidea che la plebe sia sempre sana e il potere insano non corrisponde alla realt. Una volta che le navi non arriveranno pi alla marittima ci sar uninsurrezione popolare. Le categorie di albergatori, di ristoratori protesteranno per i vantaggi che verranno meno perch quando le navi verranno portate fuori dalla Laguna chi glielo fa fare alle compagnie di far alloggiare i passeggeri per una notte in strutture alberghiere di lusso come lo Stucchi della Giudecca? Li portano in un hotel di Mestre che costa la met. Voglio dire che la scelta sacrosanta far tacere quelli che oggi protestano e protestare quelli che oggi tacciono.
Ma non compito della politica scegliere ci che giusto per il bene comune e non ci che conveniente per qualcuno?
Ovvio. La via duscita sfidare il malcontento popolare perch qui che risiede la responsabilit del politico. Ma negli ultimi anni diventato impraticabile. Un po perch i politici sono quello che sono e un po perch non ci sono pi i partiti che fungano da metabolizzatore tra la cosiddetta societ civile e la politica. Oggi assistiamo allinflazione delle domande e allincapacit della politica di dare risposte ragionevoli. Eliminare le Grandi Navi dal bacino di San Marco una priorit per la conservazione di Venezia anche se sappiamo che avremo a che fare con manifestanti complementari e opposti. Poi si aggiungono gli interessi di ognuno. I Ministri non decidono, Costa felice perch non rischia di vedere diminuire gli incassi dellAutorit Portuale e cos via.
Condivide la soluzione del Presidente dellAutorit Portuale Paolo Costa di scavare il canale Contorta-SantAngelo?
Sarebbe il disastro pi grande di questo mondo! Gi laver scavato il canale dei petroli ha provocato danni incredibili. Siamo matti? E poi i costi. Gi il Mose, contro cui mi sono battuto da sindaco, ha drenato tutti i soldi per la salvaguardia di Venezia. Poi scopriamo che il Consorzio Venezia Nuova elargiva mazzette ecc... e che Paolo Costa, altro plaudente al Mose, si fatto finanziare la campagna elettorale da imprese del Consorzio.
Basterebbe dare tutti i poteri al sindaco.
Certo. Anche se spero per il bene di Orsoni che non avvenga... (ride). Guardi Venezia
sopravvissuta a cose peggiori. Di certo sar sempre pi difficile mantenerla visto che, cessata la Legge speciale, non ci sono pi risorse neppure per la manutenzione ordinaria e ci sono difficolt enormi anche a dare soldi ai privati per il restauro dei palazzi che ha costi tre volte di quelli in una citt della terra ferma. Sa cosa penso? Che anche grazie ai Celentano di turno qualcosa si far. Temo che si faccia il peggio: scavare un altro canale, sperpero di denaro e mantenimento del business.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news