LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Segesta, affittasi tempio greco per feste e cene: Fino a 5mila euro a sera
di Giuseppe Pipitone
IL FATTO QUOTIDIANO, | 12 agosto 2013


A gestire gli eventi privati un'agenzia israeliana: gi due gruppi di facoltosi commensali hanno potuto mangiare tra le colonne doriche con tanto di fasci di luce al neon variopinti (ma almeno i fuochi pirotecnici sono stati bloccati in tempo). Il direttore del parco archeologico: "Tutto lecito, rispettato il codice dei beni culturali"



Prelibatezze tipiche siciliane cucinate dallo chef Natale Giunta, chiarore garantito dal romantico lume di candela o da unilluminazione decisamente pi naif composta da neon arcobaleno, violoncellisti e suonatori darpa a fare da accompagnamento. Non un resort di lusso e nemmeno un ristorante a cinque stelle, ma addirittura lo storico Tempio di Segesta, che sorge nellomonima area archeologica a Calatafimi, in provincia di Trapani. Costruito intorno al V secolo avanti Cristo, visitato pi volte da Wolfgang Goethe, lutilizzo dello storico tempio periptero sembra essere radicalmente cambiato dallepoca in cui fu eretto dagli Elimi, popolazione che gi prima dei Greci abitava la Sicilia occidentale. Al Tempio di Segesta, infatti, oggi possibile organizzare esclusivissime cene.

lagenzia israeliana Shavit, specializzata in questo tipo di intrattenimenti, ad occuparsene. Eventi organizzati su commissione, destinati chiaramente ad ospiti importantissimi. E infatti a cenare tra le colonne di Segesta sono gi arrivati due gruppi di facoltosi commensali. Alla prima cena hanno preso parte soltanto sei persone, statunitensi arrivati vicino al tempio a bordo di elicottero. I sei statunitensi tra loro si dice fosse presente anche uno stretto collaboratore di Barack Obama avrebbero optato per una cena a lume di candela, ed per questo che lo scorso 20 giugno la classica illuminazione che si accende dentro al Tempio ogni sera rimasta spenta. Pi numerosi e decisamente meno eleganti i partecipanti alla seconda cena: 40 persone che hanno invece optato per unatmosfera molto pi kitsch, luci variopinte, dal fucsia al rosso, dal verde al giallo e la richiesta per fortuna respinta di poter sparare nel tempio i fuochi dartificio. Cos per una sera, il Tempio di Segesta ha indossato i panni di Arlecchino per soddisfare le esigenze cromatiche dei suoi affittuari dice Valentina Zafarana, deputata regionale del Movimento Cinque Stelle che ha presentato uninterrogazione sullo strano utilizzo al quale viene destinato il monumento negli ultimi mesi. Il sindaco di Calatafimi Segesta, sollecitato in merito spiega sempre la deputata ha affermato di aver saputo per caso dellaccaduto ed ha laconicamente dichiarato che sebbene manchino i soldi per salvare la stagione estiva del Teatro, gli ambienti del Tempio vengano affittati per cene.

Secondo il direttore del Parco di Segesta, Sergio Aguglia, laffitto del Tempio alla societ israeliana del tutto lecito, perch rispetta larticolo 106 dei Codice dei Beni Culturali. La concessione in uso recita la norma subordinata allautorizzazione del ministero, rilasciata a condizione che il conferimento garantisca la conservazione e la fruizione pubblica del bene e sia assicurata la compatibilit della destinazione duso con il carattere storico-artistico del bene medesimo, con lautorizzazione possono essere dettate prescrizioni per la migliore conservazione del bene. La deputata del Movimento di Grillo per la pensa diversamente. Laffitto per una cena esclusiva scrive nellinterrogazione allassessore regionale al Turismo Michela Stancheris ad un gruppo di turisti facoltosi non e non pu essere in alcun modo considerato un uso compatibile con la destinazione duso e con il carattere storico-artistico del bene in questione. Ma quanto costa affittare il Tempio di Segesta per una sera? In realt molto meno di quanto ci si aspetterebbe. Bastano 5mila euro il tempio greco a disposizione totale dellaffittuario di turno. Una cifra davvero minima, ma che garantita da una circolare dei Beni Culturali, che fissa proprio quella cifra, come quota massima per laffitto di un bene architettonico.

Un episodio del genere continua Zafarana offende gravemente il decoro e limportanza di un sito archeologico di grande importanza, riducendolo a spettatore inerte, mortificato dagli eccentrici capricci di ricchi senza alcun rispetto per lArte e la Storia. L dove un tempo venne edificato lunico tempio greco della Sicilia occidentale, oggi possibile cenare con amici e commensali, alla modica cifra di cinque mila euro. Con buona pace di Elimi e Greci.

Twitter: @pipitone87



news

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news